8 marzo: festeggiare la donna senza ipocrisia è difenderla da violenza. Grazie Carabinieri


"Per me festeggiare la donna ed i suoi diritti senza ipocrisia è battersi contro chi fa stalking, chi minaccia, maltratta, abusa, picchia, terrorizza, fa revenge porn, diffama, umilia, chi si crede padrone e si comporta di conseguenza, chi non sa accettare una separazione, chi usa i figli come arma e pretesto per fare male alle ex. Da anni sono vicino a donne vittime di violenza e stalking nel quotidiano, e purtroppo vedo l'ipocrisia di chi oggi e il 25 novembre dice belle parole, vedo una Giustizia e dei servizi sociali da riformare, che espongono le donne a ulteriori vittimizzazioni; ma vedo anche una punta di diamante nei Carabinieri, che nella mia esperienza ho visto veramente preparati, eroici e vicini alle donne, i loro veri difensori. Quest'anno va solo a loro il mio grazie, sperando che i prossimi anni vada anche al resto delle Istituzioni. Portando vittime a colloquio con marescialli dei Carabinieri dei nuclei investigativi su stalking e maltrattamenti, sono rimasto colpito dalla sensibilità, preparazione, professionalità ed umanità, superiori a quelle di quasi qualsiasi altro operatore nel campo. Carabinieri dai quali psicologi, servizi sociali, magistrati e politici dovrebbero imparare: e politicamente mi origino da ragazzino in un'area di sinistra che è sempre stata polemica verso l'operato delle forze dell'ordine, quindi la mia obiettiva valutazione credo che valga ancora di più, perché non deriva da posizioni ideologiche, anzi se possibile va contro di esse, per affermare la realtà. Una realtà nella quale oggi i Carabinieri molto spesso sono i più veri difensori ed amici delle donne, sono quel qualcuno - raro - che si può chiamare e di cui ci si può fidare. Grazie quindi ancora a loro, e lotterò tutta la vita perché ognuna delle Istituzioni segua il loro esempio nella tutela delle donne dalla violenza"

lo dichiara il regista e giornalista Umberto Baccolo del Consiglio Direttivo di Nessuno Tocchi Caino.

0 commenti