A Palazzo Strozzi a Firenze inaugurato il Consolato onorario d’Israele

A Palazzo Strozzi a Firenze inaugurato il Consolato onorario d’Israele


Oggi, 13 novembre, s’inaugura il Consolato onorario d’Israele a Firenze. All’evento, intitolato “Italia-Israele: un legame nella storia” (dalle ore 16, presso l’Altana di Palazzo Strozzi), interverranno S.E. l’Ambasciatore d’Israele in Italia Dror Eydar, il console d’Israele per Toscana, Emilia Romagna e Lombardia Marco Carrai, il sindaco del capoluogo toscano Dario Nardella, il presidente del Jewish Economic Forum Jonathan Pacifici e la responsabile europea del Jerusalem Center for Public Affairs Fiamma Nirenstein.

All’iniziativa, condotta da Annalisa Chirico, giornalista e presidente di Fino a prova contraria, prenderà parte il segretario della Lega Matteo Salvini.

“La vicinanza allo stato di Israele e al popolo ebraico è per me motivo di orgoglio – dichiara il neoconsole Marco Carrai – Sento il popolo e la cultura ebraica come la mia seconda pelle. E’ straordinario come un paese in perenne equilibrio tra la pace e la guerra, circondato da nemici che lo vorrebbero vedere distrutto, sia uno dei posti più all’avanguardia nei settori tecnologici e culturali. Il popolo ebraico è riuscito a vincere tutte le persecuzioni, seppure a caro prezzo, e noi dobbiamo continuare a difenderlo dagli inaccettabili pregiudizi che ancora oggi vengono quotidianamente espressi”.

“Difendere Israele significa difendere il mondo libero - dichiara la firma del Foglio Annalisa Chirico – L’amico Marco Carrai ha ricevuto un incarico importante, una grande responsabilità. Ieri la Corte di giustizia dell’Unione europea ha deciso che Israele sarà l’unico paese i cui beni provenienti dai territori contestati saranno marchiati con una dicitura speciale. Un trattamento che non avviene né per i prodotti cinesi dal Tibet né per l’olio turco prodotto a Cipro nord. Questa sentenza, che ci fa vergognare come cittadini europei, dimostra una volta di più che il contrasto all’antisemitismo è spesso un esercizio di belle parole, intriso di molta ipocrisia”.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002