• AF

Addio ad Alessandra Appiano Il ritratto della scrittrice

Alessandra Appiano ci ha lasciato. Per “un gesto volontario” secondo il gelido linguaggio degli inquirenti. Ci ha lasciato pagine profonde, leggere, appassionate solo come le donne sanno essere, pagine intense di libri e rotocalchi, spesso lette di straforo da compagni e mariti alla ricerca di verità di cui peraltro erano disseminate.


La scrittrice giornalista e conduttrice televisiva, che per una vita aveva voluto dissipare il luogo comune che “le donne non fanno squadra”, era nata ad Asti, aveva vinto con il suo primo romanzo 'Amiche di salvataggio' il premio Bancarella nel 2003 ed era stata autrice di numerosi altri libri tradotti in paesi europei. Tanti i titoli di successo: 'Domani ti perdono', 'Scegli me', 'Le vie delle signore sono infinite', 'Le belle e le bestie', “Sola” (quasi una prefigurazione dell’epilogo) che raccontavano tutte storie al femminile. Oltre a partecipare come ospite opinionista in diversi talk show televisivi.


Molto impegnata nel sociale, Appiano era diventata ambasciatrice di Oxfam, l'organizzazione non governativa che lotta contro la fame nel mondo. E proprio per questa sua attività nel 2013 le era stato conferito l'Ambrogino d'Oro, la massima onorificenza del Comune di Milano. Solo qualche mese fa scriveva: "Nel mio viaggio in Tanzania del 2016 ho visto coi miei occhi i meravigliosi progetti (finanziati e realizzati) a favore delle donne, che sono il vero motore del cambiamento nei paesi in via di sviluppo. Nei miei tre anni da ambasciatrice Oxfam ho visto operatori lavorare 16 ore al giorno, dirigenti viaggiare in seconda classe e prendere mezzi pubblici per risparmiare sul taxi, ho visto soprattutto onestà e spirito di sacrificio, come in tante famiglie per bene".


Tanti i messaggi di cordoglio per la sua scomparsa. Su Twitter la giornalista e volto tv Paola Saluzzi scrive: "Che dolore. Alessandra. Riposa in pace, sentendo l’abbraccio di chi ti voleva bene". Le fa eco anche Gianluigi Nuzzi, conduttore di 'Quarto Grado': “Tra quattro mura stupefatte di spazio più che un deserto non aspetto nessuno” . (C.Rebora) - scrive sui social - Riposa in pace Alessandra Appiano". La giornalista Monica Leofreddi l'ha ricordata così: "Sgomento, dolore per la scomparsa di Alessandra Appiano. Cosa è successo amica mia? Perché?". E il giornalista Paolo Giordano, sempre su Twitter, ha scritto: "Ciao Alessandra, l'ultima volta che ci siamo parlati avevi il sorriso di chi ha imparato a nascondere il proprio buio". E ancora Eleonora Daniele, conduttrice di Storie Italiane, scrive sui social: "Grande dolore per la improvvisa scomparsa dell'amica Alessandra Appiano. Anima bella e profonda come poche ne ho conosciute..". Anche Enrica Bonaccorti ha ricordato la scrittrice: "Tesoro mio, non è tempo di perchè, solo di dolore, ma sappiate che Alessandra Appiano era davvero bella e buona, intelligente elegante generosa sempre allegra e serena. Ma nessuno conosce il fantasma che ci abita. Addio meravigliosa amica 'di salvataggio'.. Indimenticabile".


Ciao Alessandra, amica delle donne, amica segreta degli uomini, colta, bella: non potremo più seguire i tuoi interventi eleganti e garbati che per molto tempo avranno da insegnare a molte “blogger” e “influencer” blasonate.


Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002