• AF

Aldo Moro potrebbe diventare il santo della politica



«Credo che la figura di Aldo Moro possa risplendere nel panorama della santità come il santo "politico", o il santo della politica». Le parole del postulatore generale dei Domenicani, padre Gianni Festa, sembrano anticipare la posizione del Vaticano su Aldo Moro, ucciso il 9 maggio 1978 dalle Brigate rosse. A padre Festa è stato recentemente l'incarico di occuparsi del processo di beatificazione di Moro, al momento in fase embrionale, ma sicuramente il caso viene seguito con grande interesse.


«La causa della beatificazione di Aldo Moro è stata affidata recentemente all'Ordine dei Domenicani in quanto Aldo Moro era un laico domenicano, un terziario domenicano, come ci si esprimeva allora», ha spiegato Padre Festa. «Ciò che la postulazione deve provare», ha aggiunto, «è innanzitutto l'alta qualità della vita cristiana di Aldo Moro, quindi la pratica delle virtù, quali la carità, la fede, la speranza. Le virtù cardinali. Non dimentichiamo poi che Aldo Moro e altri noti personaggi del dopoguerra, La Pira, Lazzati, Dossetti, Giordani, sono stati discepoli e figli spirituali di Paolo VI».


Il postulatore ha infine sottolineato di essere «agli inizi» e che di eventuali miracoli «non me ne sono ancora interessato. Oggi dobbiamo lavorare affinché l'apertura dell'inchiesta diocesana, ben impostata, giunga al suo scopo e che Moro venga dichiarato venerabile».

0 commenti