Alibaba fa concorrenza alle carte di credito negli USA

Alibaba fa concorrenza alle carte di credito negli USA



Alibaba, il colosso cinese del commercio elettronico (già nel 2012 vantava un valore annuo di transazioni di 500 miliardi di dollari), ha aperto una nuova breccia per penetrare in modo capillare negli Stati Uniti e in Canada, inserendo la sua piattaforma di pagamento online, Alipay, in migliaia di negozi frequentati da americani di ogni livello di reddito.

Alipay è il principale fornitore di servizi di pagamento digitale al mondo e serve un miliardo di utenti in tutti i Paesi. Secondo un rapporto Nielsen pubblicato a gennaio, più dei due terzi dei turisti cinesi nel 2018 hanno dichiarato di aver usato i loro smartphone per pagamenti all’estero utilizzando la piattaforma. Quasi il 60% dei commercianti intervistati ha registrato una crescita sia degli ingressi di clienti sia dei ricavi, dopo aver adottato Alipay.

Alibaba spiega che l’operazione non è rivolta ai clienti americani ma a studenti e uomini d’affari cinesi che sono di transito nel Nord America.


Ma queste grandi catene commerciali con le quali è stata realizzata una partnership, oltre ad esser frequentate da cinesi, sono molto forti sul territorio e questo contribuisce a diffondere Alipay tra gli americani. Alibaba sta invogliando il mercato del business Usa ad usare la sua piattaforma che consente di effettuare i pagamenti semplicemente scannarizzando un codice QR sull’app. Sono oltre 700 milioni i cinesi che utilizzano questo meccanismo. Il colosso cinese per convincere le aziende aziende spiega che servendosi di Alipay possono impadronirsi di una quota importante dei dieci miliardi di dollari che i cinesi ogni anno spendono negli Stati Uniti. Alipay è già utilizzata da 4milioni di consumatori americani e ha accordi con noti brand del lusso come Lacoste e Rebecca Minkoff. Inoltre è presente nei negozi duty freee e negli alberghi di Las Vegas, molto frequentati dai turisti orientali.

L’obiettivo però, come spiega ad Axios, Humphrey Ho, managing director del Hylink Group, è un altro e più vasto e promettente. La scorsa settimana Alibaba ha lanciato una collaborazione con Walgreens Boots Alliance che porterà la piattaforma di mobile payment in migliaia di esercizi Walgreens negli Stati Uniti. L’obiettivo quindi non è solo di raggiungere i cinesi in transito ma coloro che sono negli USA per più tempo, quindi gli studenti, gli immigrati e gli uomini d’affari. Sono consumatori che preferirebbero pagare con Alipay piuttosto che con le tradizionali carte di credito. Ho però è scettico sulla possibilità di penetrazione di questa piattaforma di pagamento tra gli americani che sono molto legati ai loro strumenti finanziari. Quindi potrebbe restare un meccanismo rivolto solo ai cinesi. Inoltre è poco probabile che Alibaba ottenga dagli USA l’autorizzazione a svolgere il ruolo di banca.


di L.D.P.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002