Amazon scommette sui veicoli robot per abbattere i costi e accelerare le consegne

Amazon scommette sui veicoli robot per abbattere i costi e accelerare le consegne



Amazon ha avviato una strategia di investimenti massicci per dotarsi di un parco di auto a guida autonoma e accelerare quindi i processi di consegna delle merci. La notizia è riportata dal noto sito americano Axios che lancia l’allarme sul rischio di un ridimensionamento consistente dei posti di lavoro. Secondo una ricerca di KPMG, questo tipo di veicoli oltre ad accorciare i tempi e a tagliare i costi del servizio, aumentano la fidelizzazione degli utenti allo shopping online. E il gigante Amazon sarebbe il primo a giovarsi dell’accelerazione degli acquisti sul web.


McKinsey stima che i veicoli autonomi possono ridurre del 40% i costi di spedizione dei rivenditori. L’operazione non è una novità. Alcune grandi società che si occupano di spedizione delle merci, hanno già adottato questa soluzione. In Arizona, la società Kroger si serve di veicoli robot per la consegna di generi alimentari. Walmart ha fatto un accordo con Google che gli fornisce la flotta di minivan a guida autonoma, per portare i consumatori nei propri negozi. Ma anche se l’idea non è nuova ed è ampiamente sperimentata, il fatto che Amazon, un colosso delle consegne del valore di 100 miliardi di dollari secondo le stime di Morgan Stanley, punti su questo settore, è destinato a rivoluzionare il mercato dando un colpo mortale alla concorrenza. Amazon ha già centinaia di camion, una flotta di aerei e persino droni per la consegna e la nuova strategia diventerebbe il fiore all’occhiello.


Il primo passo è stato il finanziamento per 530 milioni di dollari, di una delle startup più promettenti nell'ambito della guida autonoma: Aurora, che insieme al finanziamento sostanzioso di Amazon (e a quello di altre aziende), ha raccolto anche 530 milioni di dollari da Sequoia, una società di venture capital californiana particolarmente concentrata sulle startup tecnologiche. Aurora realizza un kit composto da hardware, software e servizi che possono essere integrati "a pacchetto" all'interno dei veicoli che possono diventare completamente autonomi e viaggiare su tutte le strade del mondo. Un altro investimento pari a 700 milioni di dollari è stato effettuato una settimana fa nella società Rivian che produce telai elettrici modulari adattabili a qualsiasi tipo di veicolo. Amazon ha anche promosso, in partnership con Toyota, un team di ricerca per lo studio della tecnologia della guida autonoma. La prossima sfida potrebbe essere la creazione di veicoli a guida autonoma per il trasporto delle persone. Il colosso del delivery è impegnata anche in massicci investimenti nella ricerca sull’applicazione dell’intelligenza artificiale.


di L.D.P.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002