Antonella Cortese: Violenza Donne, video shock Associazione italiana calciatori aiuti a riflettere


Una vittima di femminicidio ogni 72 ore questo è il bilancio drammatico dell’ultimo anno. 142 vittime nel 2018, 94 nel 2019. Parlarne e denunciare a primi segnali è l’imprescindibile meccanismo di tutela per le donne che si deve attivare immediatamente. In questi giorni in occasione della “Giornata contro la Violenza sulle donne” tanti hanno voluto dare il proprio contributo con manifestazioni, flash mob e spot. L'Associazione italiana calciatori e la Divisione Calcio Femminile Figc in occasione di questa giornata ha diffuso un video shock che contiene tutto ciò non si dovrebbe mai dire a una amica vittima di violenza. Parole come Aspetta, non denunciarlo, lo rovineresti, anche tu hai delle colpe… E’ un messaggio molto forte per un tema molto delicato. Un video che inquieta ma che spero possa essere compreso nella sua vera natura e possa aiutare a far riflettere. Non ci sono consigli buoni da seguire nei casi di violenza, l’unica possibilità che hanno le donne è saper chiedere aiuto e denunciare. La prima cosa da fare è accendere una luce nel buio e dirci che siamo tutti parte di questo fenomeno, colpevoli tutti se restiamo in silenzio e se non mettiamo in atto politiche efficaci. Cosi in una nota la criminologa Antonella Cortese vice presidente dell’AISPIS

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002