Arrivano i sindaci sceriffi, la polizia locale addestrata dal sindacato di Ultimo

Arrivano i sindaci sceriffi, la polizia locale addestrata dal sindacato di Ultimo



Sindaci "sceriffi" e polizia locale super addestrata. Sembra questo il cuore dell'intesa firmata dall'Associazione nazionale dei Comuni italiani (7.041 Enti locali aderenti) rappresentata dal vicepresidente e sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, e dal Sindacato italiano militari Carabinieri (Sim): presidente il capitano Ultimo, Sergio De Caprio, segretario il maresciallo capo Antonio Serpi. È prevista la "programmazione di corsi di formazione rivolti alle polizie locali - spiega il segretario Serpi - ma anche l'organizzazione d'incontri nelle scuole per diffondere, tra i giovani cittadini, la cultura della legalità e il rispetto dell'ambiente". E tutto gratis. "A maggio - annuncia il vicepresidente Di Primio - prima iniziativa a Chieti. Coinvolgeremo scuole e polizia locale sempre più coinvolta in attività di sicurezza per le quali va formata e aggiornata. Ruolo questo - aggiunge il sindaco abruzzese e vicepresidente Anci - che le Regioni svolgono malissimo: tranne pochissime eccezioni, le scuole di polizia locale sono in uno stato di quasi abbandono. Di qui la necessità di arricchire questo tipo di formazione". Per i Sim la parola d'ordine è "cittadinanza attiva". Un concetto sottolineato da Ultimo. "Vogliamo contribuire a costruire una sicurezza bene comune dei cittadini non più calata dall'alto ma costruita fianco a fianco, con le scuole, le parrocchie, i cittadini, facendo partecipare tutti. La sicurezza - scandisce - deve tornare ad essere un bene comune, questo e' un impegno che siamo fieri di portare avanti".



DONIAMO LA NOSTRA COMPETENZA AI COMUNI CHE CE LA CHIEDERANNO

Nello specifico, l'intesa vuole sfruttare due punti di forza: Il primo: "Noi addestriamo forze di sicurezza in tutto il mondo, siamo i migliori", riflette Serpi - quindi vogliamo contribuire a migliorare la preparazione degli operatori di polizia" Il secondo: "Dobbiamo condividere questa conoscenza - continua il segretario - e donarla alle comunità locali arricchendola con la partecipazione di tutti". Esempi pratici? "Se le finestre della villa dove abitiamo sono coperte dalle siepi in giardino - spiega il responsabile Sicurezza partecipata del Sim, Antonio Taurisano - i carabinieri che passano non possono vedere se c'è qualcuno nascosto sotto alle finestre. Quel verde va tagliato. Un altro? Vanno corretti gli accessi di alcuni complessi edilizi per incrementare la vigilanza pubblica".


di Fab. Dic.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002