Asfalto magico nella Capitale per risolvere il problema buche
  • AF

Asfalto magico nella Capitale per risolvere il problema buche

Il Campidoglio annuncia che, a partire da oggi fino a mercoledì, verrà testato su alcune strade di Roma un nuovo sigillante per il manto stradale. Si tratta di un particolare materiale già largamente utilizzato in Usa, soprattutto per costruire le piste degli aeroporti al fine di preservarle dagli urti, dall’usura e dagli agenti atmosferici.


Diverso sarà il suo scopo nella Capitale, dove verrà utilizzato per porre fine al disastroso fenomeno delle buche, interrompendo il processo di disgregazione dell’asfalto e prevenendo la formazione di eventuali nuovi crateri o la creazione di crepe. Questo, nell'intenzione dell'assessore ai Lavori Pubblici Margherita Gatta, dovrebbe favorire la programmazione della manutenzione stradale, che comunque va avanti, ed evitare il più possibile i lavori in emergenza.


Il materiale in questione, un’emulsione cationica colloidale, legante e sigillante, a base di gilsonite e diluibile con acqua, è stato utilizzato in Italia fino ad ora solamente in due aeroporti, ma mai su strade urbane. I lavori saranno svolti e capitanati da una società romana formata da specialisti nella gestione logistica, normativa e regolamentare europea di composti chimici impiegati nel comparto aerospaziale e della difesa e da un applicatore specializzato in opere infrastrutturali nel sud d'Italia, incluse strade e aeroporti.


La sperimentazione è partita nella giornata di oggi, esclusivamente in alcune zone di Roma: da via Galba e da viale Ferdinando Bardelli nel Municipio VIII, per proseguire a via Capraia nel Municipio III. Se i test dell’iniziativa saranno positivi, allora “l’asfalto magico” verrà utilizzato anche per la protezione ed il ripristino del manto stradale su altre vie della Capitale.


Sembra essere un importante passo per la città di Roma, tuttavia non mancano disapprovazioni a sfavore del provvedimento del sindaco Virginia Raggi da parte del Pd, che sottolinea la discutibile coincidenza tra l’inizio del progetto e le imminenti elezioni che si svolgeranno nel Lazio. Insomma, sarebbe solo una mossa elettorale per raggranellare voti, secondo i democratici. Le critiche sono state mosse da Stefano Pedica e dal consigliere capitolino del Pd Ilaria Piccolo, la quale si riferisce al rinnovo dei consigli, il 10 giugno, del municipio III e VIII, proprio quelli dove il Campidoglio ha avviato da oggi a mercoledì la sperimentazione del sigillante anti-buche.


Eleonora Finocchioli




Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002