Autostrade lazio, avv. Galoppi: Querelerò manipolazioni in sede penale e civile


Galoppi: “non c’era nessuna ragione oggettiva per rinunciare all’incarico, ma solo cortesia istituzionale “


L’avvocato Giovanni Galoppi, con riferimento agli articoli di stampa pubblicati nelle ultime ore, in relazione alla indicazione quale Presidente del Consiglio di Amministrazione di Autostrade per il Lazio spa, precisa quanto segue.

Nell’ambito di una inchiesta giudiziaria, che riguarda tra gli altri il signor Luciano Iannotta, e dalla quale l’avvocato Galoppi E’ DEL TUTTO ESTRANEO, sono emersi dettagli di conversazioni telefoniche intercettate sulla utenza del signore Iannotta, che contatta in talune occasioni l’avvocato Galoppi, legale di fiducia di alcune delle società allo stesso Iannotta riconducibili.

In particolare si fa riferimento all’articolo su La Repubblica del 25 settembre 2020, all’articolo su Latinatu.it sempre del 25 settembre 2020 ed alla notizia apparsa su Dagospia 26 settembre 2020.

L’avvocato Giovanni Galoppi non ha alcuna coinvolgimento personale nei fatti al centro della inchiesta, per la quale NON FIGURA TRA GLI INDAGATI; il suo ruolo e’ sempre stato circoscritto a rapporti di natura professionale tra avvocato e cliente, nel cui ambito ha assunto per un breve periodo la Presidenza senza deleghe gestorie della società Italy glass spa e la Copresidenza della associazione sportiva dilettantistica Terracina calcio.

Già a far data dal mese di Gennaio scorso, Galoppi aveva rimesso il mandato di presidente del cda di Italy glass.

In data 13 agosto 2020 e’ stata inviata a mezzo PEC all’avvocato Galoppi, da parte della Regione Lazio, la richiesta di disponibilità a ricoprire l’incarico di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Autostrade per il Lazio; ad oggi, l’assemblea degli azionisti della società partecipata dalla Regione non ha ancora deliberato alcun incarico.

Per tali ragioni, non può esistere alcun imbarazzo per il Presidente della Regione Lazio Zingaretti, ne’ per nessun altro, come lascia volutamente intendere l’articolo di Repubblica del 25 settembre 2020.

Tuttavia, a seguito delle strumentalizzazioni inaccettabili che si stanno delineando per l’indicazione dell’avvocato Galoppi quale Presidente di Autostrade per il Lazio, lo stesso avvocato Galoppi - SENZA CHE VI FOSSE ALCUN OBBLIGO O RAGIONE a riguardo- ha deciso immediatamente di rinunciare alla disponibilità manifestata per cortesia e sensibilità istituzionale e - considerato il curriculum vitae del professionista con 40 anni di specchiata carriera alle spalle - per evitare ulteriori strumentalizzazioni lesive della propria e altrui immagine.

A tale fine, l’avvocato Giovanni Galoppi sta procedendo alla tutela della sua immagine professionale nei confronti di tutti coloro che, attraverso illazioni e manipolazioni delle informazioni, hanno creato un danno enorme al professionista, rivolgendosi alla Autorità giudiziaria civile e penale.


Roma, 27 settembre 2020

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002