Autostrade, da venerdì entrano in funzione i nuovi tutor

Autostrade, da venerdì entrano in funzione i nuovi tutor




I nuovi sistemi elettronici di rilevamento della velocità dei veicoli, i cosiddetti “Tutor” saranno operativi da venerdì 27 luglio su alcune autostrade italiane per ora nei precedenti punti di rilevazione. Sarà ancora una fase “sperimentale” e sarà la polizia stradale ad attivare il nuovo sistema. Le tratte interessate comprendono la A1 Milano-Napoli compresa la variante di valico, la A10 Genova-Ventimiglia, la A14 Adriatica Bologna-Taranto, la A16 Napoli-Canosa, la A24 Roma-Teramo e la A25 Torano-Pescara.


I Tutor ormai divenuti obsoleti erano trecento e coprivano tremilacento chilometri di autostrade italiane compresi i sistemi “Vergelius” sulle tratte gestite da Anas e sulla A2 Salerno-Reggio Calabria. Sono stati tutti spenti il 28 maggio scorso dopo che la Craft aveva vinto contro Autostrade per l’Italia un contenzioso sui brevetti. Autostrade per l’Italia era stata accusata di aver copiato il sistema per rilevare la velocità e i giudici avevano deciso che l’azienda non avrebbe più potuto fabbricare, commercializzare e utilizzare il suddetto sistema.


Il nuovo sistema di rilevamento si chiama SICVe-PM, acronimo che sta per Sistema informativo per il controllo della velocità con tecnologia PlateMatching, ed è stato progettato dalla Engine srl, società senese che l’ha brevettato in trentotto paesi e assicura un’affidabilità quasi pari al cento per cento nell’individuazione delle targhe dei veicoli che infrangono i limiti di velocità.



DPF

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002