Avv. Lauri e Zavota: "Chiederemo alla Procura della Repubblica un ordine di arresto internazionale"


"Il 30/09/2020 la prima sezione della Corte d'Appello di Roma ha confermato la sentenza di condanna,emessa dal Tribunale Penale di Roma nel 2018, di 5 anni e 6 mesi di reclusione a carico di Tullio Simoncini, l'ex medico radiato dall'ordine, che sostiene di poter curare il tumore con il bicarbonato. Simoncini aveva convinto il giovane Luca Olivotto, colpito da un cancro al cervello di poterlo curare con la semplice infusione di bicarbonato di sodio, praticata il 15/10/2012 in una clinica di Tirana a seguito della quale il giovane decedeva per" arresto cardiorespiratorio consecutivo alla gravissima alcalosi metabolica da somministrazione endoarteriosa di bicarbonato di sodio" come affermato in sede di esame autoptico. Il Tribunale di Roma aveva confermato l'ex medico per omicidio colposo ed esercizio abusivo della professione.


Due giorni fa la corte d'appello ha confermato la sentenza: "siamo soddisfatti della pronuncia - commenta l'avvocato Francesco Lauri che assieme a Giovanna Zavota assiste la madre e la sorella di Luca, dal momento che il padre Olinto si è spento qualche anno fa schiantato dal dolore - Ma resta L'amarezza di constatare che questo signore continua a professare le sue tesi taumaturgiche in rete mietendo verosimilmente altre vittime inconsapevoli Simoncini va affermato una volta per tutte ed è per questo che Chiederemo alla Procura della Repubblica un ordine di arresto internazionale già che non è chiaro dove risieda"

0 commenti