Barone a Giorgetti: Introduca tempi rapidi per le asseverazioni di Invitalia sui Contratti Sviluppo



"Oggi e’ il 1 maggio, data simbolica da troppi anni utilizzata solo per fare vacua retorica. Voglio utilizzare il primo maggio per denunciare una realtà che si è cristallizzata e nessuno la indica come problematica: io credo invece che sia giunto il tempo di mettere il dito nella piaga nelle ipocrisie che stanno dentro al sistema. Per investimenti superiori ai 20 milioni, se un imprenditore presenta oggi un progetto con a garanzia i beni della propria famiglia o suoi personali, impiega di media due anni per avere una risposta. Quando invece un tempo congruo dovrebbe essere 1 mese massimo 2.


I contratti di sviluppo nel Mezzogiorno sono l’unico strumento per poter accedere a finanziamenti del 50 per cento Invitalia. Il tema centrale per rilanciare il Sud e’ proprio questo.


La Proposta di contratto di sviluppo deve ottenere risposta celermente. Se non ci sono risorse non bisogna proprio far presentare le domande. Non si può fare progetti di ricerca e approvarli 2 anni dopo quando già sono diventato obsoleti. Come consigliere ho moltissime richieste di insediamento di grandi gruppi ma rimaniamo impantanati per la tempistica.”

0 commenti