Carabiniere ucciso, Beneduce: nostre donne e uomini in divisa risultano privi di mezzi seppur armati

Carabiniere ucciso, Beneduce: nostre donne e uomini in divisa risultano privi di mezzi seppur armati



"È sconcertante quando sta accadendo. Le nostre donne ed i nostri uomini in divisa risultano totalmente privi di mezzi, seppure in apparenza sono armati. Vi siete mai chiesti cosa accada quando un carabiniere o in poliziotto reagisco ad un'aggressione utilizzando le armi in dotazione? Inizia un'odissea giudiziaria dove da vittime dovranno difendersi come colpevoli. Oggi é un giorno molto triste per la morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, il suo sacrificio non deve passare e lo Stato deve dimostrare che anche i tutori del comparto difesa e sicurezza sono tutelati e posso agire in sicurezza e con le tutele del caso". Così in una nota Francesca Beneduce Presidente Osservatorio Nazionale per i diritti e la salute dei militari e delle forze dell’ordine.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002