Cartello colombiano mette una taglia su Sombra, il cane antidroga

Cartello colombiano mette una taglia su Sombra, il cane antidroga



Settantamila dollari per uccidere Sombra. È la maxi taglia che Urabeños, il più potente cartello colombiani della droga, ha messo sulla testa di un cane poliziotto, costretto ora a lavorare all’aeroporto sotto scorta armata. Il cane si chiama Sombra, “ombra” in spagnolo, ed è una femmina di pastore tedesco impiegato dai reparti antidroga della polizia locale, finita nel mirino dei narcotrafficanti dopo che El Tiempo, uno dei giornali più popolari della Colombia, ha pubblicato un video in cui si vede il cane poliziotto scoprire un carico di cocaina di ben dieci tonnellate, dal valore superiore ai cinquecento milioni di dollari.


Inoltre la polizia colombiana su Twitter ha anche preso in giro il cartello parlando di come il fiuto di Sombra sia riuscita a paralizzare negli ultimi tre anni i suoi traffici lungo la costa atlantica. L'ira di Urabeños non è tardata ad arrivare: il cartello pagherà settantamila dollari a chiunque riesca a prendere Sembra, viva o morta. In risposta alle minacce e alla taglia, la polizia antidroga colombiana ha fornito alla cagnolina una scorta armata durante il servizio all’aeroporto internazionale di Bogotà. Non è la prima volta che i narcotrafficanti colombiani di Urabeños ricorrono alle taglie sulla polizia, offrendo anche cifre irrisorie ma che possono fare gola a chi non ha nulla. Nel 2012 hanno offerto 500 dollari a chiunque avesse giustiziato un agente di polizia, cifra che sarebbe aumentata qualora l'agente facesse parte della squadra antidroga.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002