Maria Elisabetta Alberti Casellati
  • AF

Presidenza del Senato

Aggiornato il: 26 apr 2018



Maria Elisabetta Alberti Casellati, la prima donna alla presidenza del Senato, è nata a Rovigo il 12 agosto del 1946 ed è stata fino a pochi giorni fa componente del Consiglio Superiore della Magistratura.

Laureata in giurisprudenza e in diritto canonico nella Pontificia Università Lateranense, è stata ricercatrice universitaria per il settore scientifico-disciplinare IUS/11 "Diritto canonico ed ecclesiastico" presso l'Università di Padova. L'esponente azzurra è iscritta all'Ordine avvocati di Padova.

Aderisce a Forza Italia fin dalla sua fondazione nel 1994. È stata componente del Collegio nazionale dei probiviri, dirigente nazionale del Dipartimento sanità di Forza Italia e vice dirigente nazionale dei dipartimenti di Forza Italia. Nel 1994 è stata segretaria di Forza Italia al Senato. Dal 2001 al 2002 vice capogruppo di Forza Italia al Senato e dal 2002 al 2005 vice capogruppo vicario. Tra il 2006 e il 2008 è stata nuovamente vice presidente del gruppo al Senato.

Eletta per la prima volta senatrice nel 1994, per la XII Legislatura. Tranne che nel 1996, è sempre rieletta nel 2001, 2006, 2008, 2013 e 2018. Numerosi gli incarichi ricoperti dalla Casellati:

Nella XII legislatura Presidente della Commissione Sanità del Senato.

Per il Governo Berlusconi II: sottosegretario alla salute dal 30 dicembre 2004 al 25 aprile 2005

Per il Governo Berlusconi III: sottosegretario alla salute dal 26 aprile 2005 al 16 maggio 2006

Per il Governo Berlusconi IV: sottosegretario alla giustizia dal 12 maggio 2008 al 16 novembre 2011.

Dal 21 marzo 2013 è eletta nel Consiglio di Presidenza del Senato della Repubblica come Segretario d'Aula.

Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, ha aderito a Forza Italia.

Dal 14 gennaio 2014 è Capogruppo di Forza Italia nella Giunta delle Elezioni e del Regolamento e della I Commissione Affari Costituzionali del Senato della Repubblica.

Il 15 settembre 2014 viene eletta dal Parlamento in seduta comune con 489 voti membro del Consiglio Superiore della Magistratura in quota Forza Italia con una maggioranza pari a 3/5 dei votanti (486 voti). Alberti Casellati è la più votata nel settimo scrutinio, seguita dalla docente di diritto processuale penale all'Università di Napoli Teresa Bene (486 tecnico in quota PD) e dall'ex Ministro della Salute Renato Balduzzi (486 in quota Scelta Civica); viene dunque eletta come quarta in ordine di tempo su otto componenti del CSM da eleggersi, dopo il Sottosegretario Giovanni Legnini, il Sindaco di Arezzo Giuseppe Fanfani (entrambi in quota PD, eletti al quinto scrutinio il 10 settembre) e l'ex Vicepresidente della Camera Antonio Leone (eletto al sesto scrutinio in quota NCD il successivo 11 settembre).

Con le elezioni politiche 2018 viene nuovamente eletta senatrice, lasciando così il seggio al CSM.



Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002