Caserta, carabiniere ucciso da treno in corsa durante un inseguimento

Caserta, carabiniere ucciso da treno in corsa durante un inseguimento


Vice brigadiere Emanuele Reali

Avrebbe dovuto terminare il suo turno di lavoro alle 20 il vice brigadiere Emanuele Reali, ma le incessanti indagini che stava seguendo lo avevano portato a ritardare il suo rientro a casa. Voleva chiudere il cerchio sui criminali che stava seguendo da tempo, e proprio ieri sera, mentre era in servizio, ha tentato di inseguire un uomo che scappando ha attraversato i binari di Via Ferrarecce. Il carabiniere, 34enne di Bellona, proprio durante l’inseguimento non si è accorto dell’arrivo del treno, che l’ha travolto. Con lui sembra ci fossero altri colleghi, ma né il loro aiuto né quello dei medici è servito. È morto sul colpo il giovane brigadiere, lasciando sua moglie Matilde e due figli piccoli.


Dopo la tragedia a Caserta, i colleghi intanto continuano la caccia all’uomo. Le forze dell’ordine sono sulle tracce del bandito che ieri sera ha causato, seppur involontariamente, la morte di Emanuele. Per quanto riguarda il malvivente, si tratta del quarto membro di una banda di ladri, che nella mattinata di ieri ha rubato in un appartamento nei pressi del parco La Selva. Due dei quattro banditi erano stati presi subito, il terzo era stato catturato poco prima della tragedia.


Il capo della polizia Franco Gabrielli ha espresso forte vicinanza alla famiglia da tutta l’Arma dei carabinieri. Sui social a ricordarlo è anche Matteo Salvini, «Una preghiera e un abbraccio commosso alla famiglia, agli amici di emanuele, a tutta l’Arma del Carabinieri».

La comunità di Bellone intanto si prepara a salutarlo, i funerali si terranno venerdì.


di Ilaria Proietti Mercuri

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002