Catturato dall'Interpol in Bolivia Cesare Battisti: Salvini, è finita la pacchia

Catturato dall'Interpol in Bolivia Cesare Battisti: Salvini, è finita la pacchia


Cesare Battisti negli uffici di Polizia della Bolivia

È finita la fuga di Cesare Battisti, condannato all’ergastolo in Italia per quattro omicidi avvenuti ai tempi della sua militanza nel gruppo terroristico Proletari Armati per il Comunismo (Pac). Battisti potrebbe essere estradato in Italia già nelle prossime ore così come promesso dal neo presidente del Brasile Jair Bolsonaro.


La cattura del super latitante è avvenuta per strada a Santa Cruz de la Sierra in Bolivia da parte di agenti dell’Interpol formata anche da investigatori italiani e brasiliani. Gli agenti boliviani lo hanno bloccato chiedendogli i documenti ma Battisti ha risposto in portoghese di non averne. Solo una volta portato negli uffici di polizia ha fornito il suo documento brasiliano.

Il cerchio intorno a lui si era già stretto da diversi giorni quando gli investigatori avevano circoscritto l’area in cui si trovava. Il fermo di Cesare Battisti è avvenuto alle ore 17 di sabato 12 gennaio, le 22 in Italia, indossava pantaloni e maglietta di colore blu, un paio di occhiali da sole e una barba finta.

Battisti era fuggito dal Brasile a seguito della decisione del giudice Supremo del Tribunale Federale (Stf) brasiliano Luis Fux che il 13 dicembre aveva disposto l'arresto per "un pericolo di fuga" in vista di una possibile estradizione in Italia, concessa nei giorni seguenti dal presidente uscente Michel Temer prima dell'insediamento del neo presidente Jair Bolsonaro, avvenuto il primo gennaio 2019.


Tra le numerose reazioni politiche alla cattura di Battisti quella del ministro dell’Interno Matteo Salvini che su Facebook ha voluto ribadire che si tratta di un "delinquente che non merita una comoda vita in spiaggia ma di finire i suoi giorni in galera" ed ha poi ringraziato Jair Bolsonaro e il "nuovo governo brasiliano per il mutato clima politico che, insieme a un positivo scenario internazionale dove l’Italia è tornata protagonista, hanno permesso questo successo atteso da anni". Su Twitter Salvini ha postato una foto di Cesare battisti in spiaggia con la scritta "è finita la pacchia".

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002