La Cisl lancia l’appello al governo: «Collaboriamo a un piano industriale e rinnoviamo i contratti»



“Il governo coinvolga attivamente le organizzazioni sindacali per la costruzione di un piano industriale per l'amministrazione pubblica e inserisca in legge di Bilancio le risorse per il rinnovo dei contratti degli statali.” Lo ha chiesto a gran voce il segretario generale della Cisl Fp, Maurizio Petriccioli, nel corso del convegno “Una nuova Pubblica Amministrazione per l'Italia”, organizzato da Cisl Funzione Pubblica nazionale e svoltosi a Roma presso l’Auditorium Carlo Donat Cattin di Via Rieti. Presenti, tra gli altri, Massimo Garavaglia, viceministro dell'Economia; Mattia Fantinati, sottosegretario alla Pubblica Amministrazione; Renata Polverini, deputata Fi; Graziano Delrio, capogruppo Pd alla Camera. Petriccioli, nel corso del suo intervento, ha sottolineato come la Pubblica Amministrazione italiana faccia i conti con la carenza di risorse umane, l'invecchiamento anagrafico e la mancata riqualificazione dei servizi offerti alla cittadinanza a causa dei tagli lineari di spesa. Continua Petriccioli: “La prossima legge di Bilancio deve quindi contenere risorse necessarie per rinnovare il contratto del personale e della dirigenza e il governo deve rimuovere o aggiornare il tetto delle risorse disponibili per il salario accessorio.” L’esponente della Cisl ha anche detto che il mondo sindacale si dice pronto “Ad un confronto serio con Governo e Parlamento per avviare il percorso negoziale per i Ccnl 2018-2021, per rimuovere o aggiornare il tetto delle risorse per il salario accessorio e superare le disparità che permangono tra pubblico e privato in tema di defiscalizzazione dei premi di risultato, tempi di erogazione dei tfs e tfr e lo sviluppo del welfare contrattuale”. Il viceministro dell’Economia, Massimo Garavaglia, intervistato a margine del convegno a chi gli chiedeva se in manovra saranno inserite le risorse per il rinnovo del contratto del pubblico impiego ha risposto “Deve vedere la Buongiorno però sarebbe opportuno avviare un percorso”, e per quanto riguarda il superamento della legge Fornero aggiunge: “ Percorso difficile, complesso e costoso ma necessario per togliere il tappo anagrafico.”


Di Alessandro Placidi

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002