• AF

Conflitto a fuoco con la polizia a Brindisi, muore pericoloso pregiudicato

A Brindisi muore un malvivente nel corso di una rapina a una filiale bancaria. L’uomo, insieme ad altri complici, stava tentando di scassinare uno sportello bancomat quando, a un tratto, è stato intercettato da una volante della polizia. Ne scaturisce un conflitto a fuoco in cui uno dei cinque banditi viene ucciso. Gli altri quattro riescono a darsi alla fuga in auto nella notte e sono ancora ricercati. Alla periferia di Brindisi hanno lanciato sull'asfalto chiodi a tre punte che hanno provocato l'esplosione di uno pneumatico della volante che ha dovuto necessariamente interrompere l’inseguimento. La vittima si chiamava Giovanni Ciccarone, cinquant’anni, di Ostuni (Brindisi), con un curriculum criminale alle spalle fatto di furti, contrabbando, estorsioni, rapine, spaccio di droga e di banconote false.

Secondo la ricostruzione, un cittadino, insospettito dai rumori che provenivano dalla banca, ha chiamato il 113. Appena giunta una volante sul posto, i banditi hanno fatto fuoco verso i poliziotti con dei fucili, e gli agenti, a loro volta, hanno risposto, colpendo Ciccarone al petto, uccidendolo, e mettendo in fuga gli altri componenti della banda su un Audi.

Malviventi non improvvisati e molto pericolosi che ora sono ricercati. Lo stesso pregiudicato di Ostuni rimasto vittima dello scontro a fuoco con la polizia, era stato arrestato dalla guardia di finanza, due anni fa, dopo un inseguimento. Nell’auto su cui viaggiava, erano stati rivenuti due Kalashnikov, oltre 90 cartucce da guerra, e 3 caricatori.

Gli inquirenti stanno indagando per ricostruire perfettamente la dinamica dei fatti.


E.R.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002