Consegnati i Premi letterari Sanofi in memoria di Angelo Zanibelli per la cura della salute

Consegnati i Premi letterari Sanofi in memoria di Angelo Zanibelli per la cura della salute

SANOFI è un gruppo farmaceutico francese nato nel 2004 dalla fusione di Sanofi-Synthélabo e Aventis; é presente in più di 100 Paesi con oltre 100.000 dipendenti con filiali in cinque continenti ed è uno dei più importanti fra i grandi gruppi farmaceutici al mondo, nonché il primo nei Paesi in via di sviluppo.

Per sostenere il valore della comunicazione attraverso il racconto della salute nel percorso di vari pazienti venne istituito, nel 2013, in memoria del Direttore Comunicazione e Relazioni Istituzionali della prestigiosa azienda, il Dott. Angelo Zanibelli, l’omonimo Premio letterario con lo scopo di migliorare il rapporto tra medico e paziente e per condividere senza imbarazzo la condizione di paziente al fine di poter raccontare di voler essere liberi e recuperare così la propria dignità di persona al di là della malattia.

Anche quest’anno l’8 ottobre scorso, nello splendido scenario di Palazzo Farnese sede dell’Ambasciata di Francia a Roma, una giuria presieduta da Gianni Letta e formata da personalità del giornalismo, della cultura, della medicina, della politica, ha assegnato i prestigiosi riconoscimenti che intendono segnalare al mondo esterno come narrando dello stato di salute e delle esperienze dei singoli pazienti sia possibile stimolare un efficace percorso di cura.

I riconoscimenti sono andati: ad Andrea Stella che, afflitto da difficoltà motorie, ha progettato e collaudato un catamarano con il quale ha saputo attraversare l’oceano e che viene ora utilizzato come strumento di cura per molti disabili: il suo “ Sfida sull’oceano “ ha conquistato il primo premio nella categoria “ Opere inedite di narrativa “ .

A Fabrizio Benedetti è andato il Premio per la categoria “ Opere inedite di saggistica “ per il suo “ La speranza è un farmaco “ attraverso il quale intende dimostrare come la speranza, più di ogni altra cosa al mondo, possa guidare la mente agendo sui centri cerebrali per ottenere il medesimo effetto, ma in forma meno traumatica , di un qualunque farmaco.

Maria Cristina Maffeis, con “ Cascasseilmondo” ha invece conquistato il Premio per la categoria “ Inediti “ descrivendo la storia di amicizia, di speranza e di conforto che unisce quattro donne nel tentativo di resistere alla disperazione ingenerata dalla loro malattia da lei descritta, dando vita così ad un mondo ideale fatto di persone e fatti del tutto immaginari.

Grande attesa ha suscitato il conferimento del premio “ Personaggio dell’anno 2019 “ che è stato molto giustamente conferito al Prof. Franco Locatelli, ordinario di pediatria all’Università La Sapienza di Roma e Direttore del Dipartimento di Onco-Ematologia e Terapia Cellulare e Genica dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma per i suoi successi nella ricerca clinica tesa alla cura di piccoli pazienti affetti da malattie rare; ricordiamo che il Prof. Locatelli ebbe a mettere a punto la cura con la quale riuscì a salvare la vita al piccolo Alex che cinque mesi dopo il suo arrivo da Londra, senza speranze per un grave difetto del sistema immunitario, é tornato a casa guarito: un grande successo della «bio-solidarietà attraverso la quale si è potuta sconfiggere una malattia molto rara. Il Prof. Locatelli è attualmente Direttore del Consiglio Superiore di Sanità.

La giuria ha inoltre conferito un Premio Speciale all’Ospedale Bambino Gesù per l’impegno giornalmente profuso nella cura della salute dei piccoli pazienti che ad esso si rivolgono.

Infine, Donata Dominoni, laureata in chimica e tecnologie farmaceutiche, ha ricevuto il Premio “ Giovani per la ricerca clinica in Italia “: grazie a tale riconoscimento la Dott. Dominoni potrà frequentare uno stage di un anno presso la Clinical Study Unit della Sanofi.

Nel corso della presentazione della cerimonia di premiazione il Presidente e Amministratore Delegato di Sanofi Italia Hubert de Ruty ha evidenziato l’orgoglio della società da lui presieduta di poter riconoscere il valore di molti autori che partecipando al Premio intendono riconoscere il valore terapeutico della compartecipazione nel condividere l’aspro percorso dell’umano viaggio verso la salute.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002