Conte: "la curva del contagio potrebbe risalire, serve cautela"

Conte: "la curva del contagio potrebbe risalire, serve cautela"


"Inizia la fase 2, grazie ai sacrifici fatti stiamo riuscendo a contenere la diffusione della pandemia. Avete manifestato tutti, da Nord a Sud, forza, coraggio e senso di responsabilita'. Adesso inizia per tutti la fase di convivenza con il virus, dobbiamo essere consapevoli che la curva di contagio potrebbe risalire. Il rischio c'e' e dobbiamo affrontarlo con metodo e rigore. Vogliamo tutti che il paese riparta ma dobbiamo mantenere la distanza sociale, anche nelle relazioni familiari, se non rispettiamo le precauzioni la curva risalira' e avremo danni irreversibili per l'economia. Se ami l'Italia rispetta le distanze di sicurezza". Queste le parole con cui il premier, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha annunciato le nuove misure per la tanto attesa Fase 2 che partira' dal 4 maggio e che resteranno in vigore per le successive due settimane.

"Avremo una conferma generalizzata - aggiunge - per le misure di distanziamento e per gli spostamenti, rimarranno all'interno della Regione. Tra le motivazioni di lavoro, necessita' e motivi di salute, aggiungiamo la possibilita' di spostamenti mirati per far visita ai congiunti. Anche per gli spostamenti tra le Regioni restano i medesimi motivi, consentiamo il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza", ha spiegato il Premier, aggiungendo che fino a quando ci saranno delle motivazioni agli spostamenti resteranno anche le autocertificazioni.

"Sin qui era possibile svolgere una attivita' motoria e sportiva nei pressi delle abitazioni, ora ci si potra' allontanare ma rispettando la distanza di due metri. Per consentire una graduale ripresa per le attivita' sportive saranno consentite dal 4 maggio le sessioni di allenamento per gli atleti professionisti e non, ma riconosciuti di interesse nazionale - ha proseguito - sempre nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e a porte chiuse. Saranno consentite le cerimonie funebri con l'esclusiva partecipazione di congiunti fino a un massimo di 15 persone, possibilmente con funzioni all'aperto." Per quanto riguarda gli allentamenti delle misure nelle attivita' produttive il premier ha annunciato che sara' aperta tutta la manifattura, le costruzioni e tutto il commercio all'ingrosso funzionale alla manifattura e costruzioni, sempre rispettando i protocolli di sicurezza sui luoghi di lavoro.

"Sara' consentita anche attivita' di ristorazione con asporto ma che nessuno pensi che possa esserci un assembramento. Il 18 maggio abbiamo in programma una riapertura anche del commercio al dettaglio e delle costruzioni, con le dovute cautele riapriranno anche musei, mostre e biblioteche e gli allenamenti a squadre. Il 1 giugno - ha spiegato Conte - e' la data in cui vogliamo riaprire le attivita' dei bar, ristorazioni, parrucchieri, barbieri e centri estetici. Ragionevolmente avremo le scuole chiuse fino a fine anno scolastico. E' molto complicato far convivere il diritto all'istruzione con la salute, il rischio e' elevatissimo di scatenare un nuovo innalzamento della curva se dovessimo riaprire la scuole. Noi ci avviamo ad allentare il lockdown per il 4 maggio, vogliamo tenere la situazione sotto controllo, abbiamo predisposto un meccanismo molto elaborato in cui le regioni dovranno fornirci e informarci sull'andamento della curva epidemiologica. Avendo questi dati ci sara' la condizione di poter elaborare le situazioni critiche", ha concluso.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002