Sindacati polizia:"garantire test sierologici a forze dell'ordine"


Sottoporre su base volontaria i poliziotti a test sierologici, e predisporre un tavolo per la sicurezza sui luoghi di lavoro, con la previsione dell'utilizzo di dispositivi di protezione individuale da parte di tutti gli agenti in servizio, anche negli uffici che a breve riapriranno al pubblico. E' la richiesta che quattro sindacati di Polizia rivolgono, con una nota congiunta, al Questore di Bologna Gianfranco Bernabei. Alla luce dei casi di contagio che hanno interessato alcuni poliziotti di Bologna -scrivono Siulp, Sap, Coisp-Mosap e Siap- l'iniziativa di sottoporre a tampone i colleghi risultati sintomatici e' stata apprezzata, ma la procedura e' risultata difficile da processare e con tempi molto lunghi. Secondo i sindacati, gli stessi colleghi chiedono, per il rientro in servizio dalla quarantena o dall'isolamento domiciliare, misure e protocolli sanitari sicuri. La richiesta e' che siano attivate, anche attraverso il medico competente, procedure e figure preposte per sottoporre tutti i poliziotti interessati, su base volontaria, a test sierologici, molecolari e diagnostici. Per quanto riguarda l'organizzazione del lavoro negli uffici, le quattro sigle sindacali chiedono al Questore la possibilita' di ricorrere al lavoro agile e a soluzioni organizzative straordinarie, oltre a una riunione specifica per discutere insieme un 'protocollo', con l'obiettivo di coniugare la prosecuzione delle attivita' con la garanzia di condizioni di salubrita' e sicurezza degli ambienti di lavoro.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002