Csm, La Boccetta a Ermini: “Ma ancora parla?”




“Ma ancora parla Ermini? Perché invece di difendere il suo posto ottenuto per grazia ricevuta per effetto dell’accordo fra 3 correnti - col sorteggio probabile non l’avrebbe avuto mai, con altri metodi, tipo invio di curricula sicuro che non l’avrebbe avuto mai!- non si occupa davvero di giustizia e chiede a gran voce che venga istituita una commissione parlamentare di inchiesta per fare luce su quanto e’ accaduto ? Perché invece di pontificare come se avesse autorevolezza non si dimette per amore della giustizia e non chiede al CSM di dimettersi con lui ? Suvvia, basta! Fortunatamente il libro di Sallusti e Palamara ha squarciato il velo della ipocrisia e attraverso il Sistema stanno uscendo mille storie dal vaso di Pandora. Ecco e’ necessario che quelle storie non vengano nascoste come polvere sotto il tappeto. Gli italiani hanno diritto ad una giustizia non politicizzata, a una giustizia giusta certa e in tempi ragionevolmente rapidi. Tutto questo si fa con una riforma, non con vuote e retoriche prediche di chi nemmeno potrebbe permettersi di farle essendo il frutto di quel sistema”.


Amedeo La Boccetta

0 commenti