Da Foa a Sanremo, in RAI soffiano venti di bufera. Ce ne parla Michele Anzaldi.

Di Cristiano Arni


E' bufera sull'indiscrezione trapelata da qualche ora, notizia ancora tutta da confermare, in merito la presenza della giornalista israeliana, naturalizzata italiana Rula Jebreal a fianco del presentatore TV, Amadeus, alla prossima edizione del Festival di Sanremo. Oggi Dagospia avrebbe fatto sapere che la giornalista affiancherà il noto presentatore televisivo, scatenando in questo modo l'indignazione dei fascio- sovranisti, i quali mal vedono la Jebreal. Abbiamo raggiunto l’on.Michele Anzaldi che ci ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla RAI e alla presidenza di Foa, facendo riferimento alla mancata possibilità di consultare gli atti di nomina, oltre al fatto che la mancata consultazione se confermasse la riconoscibilità del voto, renderebbe nullo lo stesso facendo si che tutto quanto “non” fatto in questi mesi decadrebbe, compreso Foa e i vertici RAI, dai quali Anzaldi non si sente rappresentato. In queste stesse ore poi soffia forte il vento della polemica e della protesta su una possibile presenza della giornalista di origini palestinesi, Rula Jebreal, che è oggetto di insulti sessisti, razzisti, sui social, specie su Twitter, poichè si vocifera possa essere la co- conduttrice del Festival della canzone italiana; donna, giovane, laureata, bella, meticcia, multiculturale e multietnica, israeliana di origine araba con cittadinanza italiana, brava giornalista, scrittrice e sceneggiatrice: quanto basta per accendere la miccia delle proteste di qualcuno dall’altra parte che invoca le dimissioni dello stesso Foa, che la Jebreal vada a Sanremo 2020 e far dimettere così il presidente della RAI? Mentre l’Azienda si avvolge su se stessa con questioni ormai ataviche, che le sono proprie, c' è chi pensa al presente, cambiare appunto la dirigenza e i vertici, guardando al futuro dell'Azienda che fa acqua da tutte le parti: dagli ascolti ai problemi dello spreco economico proponendo e riproponendo servizi televisivi copia/incolla, mandando in onda sempre lo stesso servizio sui cinque canali della RAI, insomma, l’Azienda naviga in acqua alta, come appunto quella dei servizi su Venezia. Secondo l’on.Anzaldi, Invece di usare la RAI per montare polemiche sterili, legate a fatture gonfiate, vecchio cavallo di battaglia made in RAI, sarebbe più opportuno fare un j'accuse e qualche passo indietro per verificare la validità degli atti di nomina che hanno portato alla guida del Servizio Pubblico un presidente che di fatto, secondo Anzaldi, non esiste allo stato attuale in quanto tale; senza la possibilità ad oggi di consultare tali documenti è pressochè inutile parlare di presidente eletto. Ma la notizia che passa di più in queste ore è quella che vedrebbe l'arrivo di Rula Jebreal alla co- conduzone di Sanremo; sarebbe certo un duro colpo per tutti i sovranisti in odore di odio nei confronti di una professionista del giornalismo che in Italia ha già mostrato grandi capacità all'epoca della conduzione su La7, secondo il parere di Anzaldi, quando all’epoca i talk show erano di spessore, come i programmi ad esempio condotti da Santoro, sempre secondo Anzaldi che ci tiene a sottolineare che forse, nel programma diretto dalla Berlinguer ci vorrebbe proprio una come lei, la Jebreal al posto di qualcun altro.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002