Dagli Usa la possibilità di stampare in 3d una vera pistola
  • AF

Dagli Usa la possibilità di stampare in 3d una vera pistola




Il futuro è adesso. Ciò che sembrava fantascienza spinta soltanto una ventina d’anni fa, scaturita dalle pagine di romanzi come “Neuromante” o “Monna Lisa Cyberpunk” di William Gibson, oggi è una notizia ufficiale che giunge dagli Stati Uniti d’America.


Dal primo agosto prossimo sarà disponibile per il download da Internet il progetto per poter stampare una pistola monocolpo con una comune (anche se ancora poco diffusa nel grosso pubblico) stampante in 3D. Lo prevede il nuovo accordo raggiunto fra gli attivisti per il diritto ad armarsi che si rifanno al Secondo emendamento della costituzione americana ed il governo americano stesso. Tale accordo è stato rivelato dalla Cnn in un suo servizio.


Quest’intesa conclude definitivamente un’annosa diatriba una disputa, quando Cody Wilson, un cripto-anarchico considerato dalla rivista Wired, una delle quindici persone più pericolose al mondo, mise in pubblico nel 2013, sulla rete, gli schemi per una pistola stampabile in 3D che aveva chiamato “Liberator” come quella utilizzata dai partigiani in Italia nell’ultimo conflitto mondiale. Il dipartimento di Stato degli Stati Uniti infatti, a suo tempo, impose a Wilson e al suo gruppo “Defense Distributed” di non divulgare tali progetti in quanto questi che potrebbero violare i regolamenti internazionali sul traffico di armi, che controllano la legalità dell’esportazione di materiali, servizi e dati tecnici di difesa.


La pistola “Liberator”, a colpo singolo, è realizzata quasi interamente in plastica Abs, quella stessa plastica con la quale sono fatti molti giocattoli o strumenti d’uso comune e che può essere facilmente estrusa a caldo da una stampante 3D. Naturalmente l’arma non è “invisibile” agli scanner e ai metal detector, perché ha ancora molte parti metalliche come il percussore, la canna, le molle e lo stesso proiettile, più una lamina di metallo incluso nel carrello per conformarsi alla legge sulle armi da fuoco e così consentirne sempre la rilevazione per i per i sistemi di sicurezza.



DPF

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002