Di Maio: fare squadra, non deluderò gli italiani, centri impiego non devono essere una umiliazione
  • AF

Di Maio: fare squadra, non deluderò gli italiani, centri impiego non devono essere una umiliazione

"Il governo del cambiamento ci è stato permesso, c'è un'interlocuzione virtuosa con il Quirinale, che intendiamo portare avanti. E' il momento di fare squadra, lo dico a tutte le forze politiche e a tutti i sindaci, mettiamoci al lavoro al di là degli schieramenti". "L'Italia ha aspettato 30 anni, ora facciamo i fatti. Il Mise e il Ministero del Lavoro sono cruciali. La parola Ministro proviene dal verbo 'servire': sarò un servitore dello Stato e del popolo italiano, lo farò con tutte le mie forze e senza risparmiarmi e con tutti i parlamentari M5s e di tutta la maggioranza che hanno tanta voglia di fare nelle Commissioni, in Parlamento per cambiare il Paese. Se ci riusciremo dipenderà anche dal sostegno che ci darete.


“Stamattina ai Fori imperiali c'è stato un bagno di folla enorme: la mia più grande premura

sarà non deludere gli italiani e non vi deluderò”.


“I centri per l'impiego non devono essere piu' una umiliazione". "Mettero' assieme gli assessori al Lavoro di tutte le Regioni italiane e cominceremo a lavorare per migliorare questi centri che hanno bisogno di piu' personale, di piu' risorse e di una filosofia diversa, dove c'e' lo Stato che mi consiglia su cosa formarsi in attesa che arrivi una proposta di lavoro".

Quanto agli imprenditori “li dobbiamo lasciare in pace: via spesometro, via redditometro, via studi di settore”.



Così Luigi di Maio durante la diretta FB del suo arrivo al MISE.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002