Dimitri Russo: «Ricerca, competenze e interdisciplinarità sono il modello investigativo di Dogma»

Dimitri Russo: «Ricerca, competenze e interdisciplinarità sono il modello investigativo di Dogma»



«La realtà pone domande, noi cerchiamo le risposte». Quando uno slogan non è soltanto uno slogan, ma piuttosto uno specchio degli sforzi e delle attività messi in campo, dell'interdisciplinarità e della continua ricerca e studio di nuove metodologie tecnologicamente all'avanguardia, il risultato non può che essere premiante. Leader nel settore dell'investigazione e della security, con più di quindici anni di esperienza, tre sedi sul suolo italiano e una a Londra, Dogma mette al centro del proprio operato le richieste del cliente in piena conformità delle normative vigenti e fornisce le strategie investigative più adatte ad ogni situazione. Fondata nel 2004, la società vanta oggi un corpo dipendenti di 30 specialisti, diverse certificazioni a garanzia della qualità del lavoro svolto e offre una serie di servizi innovativi che le permettono di imporsi in un settore che ha visto nell'ultimo decennio una radicale trasformazione della domanda e dei soggetti con cui si interfaccia. Mutamenti certificati anche dall'analisi condotta dalla Divisione di Analisi Finanziaria istituita proprio dall'azienda nata a Torino, i cui risultati hanno attestato un calo del 46% della presenza di agenzie investigative sul suolo italiano: al mutare delle richieste e della domanda, che si è fatta sempre più specifica e che vede oggi le aziende private come primo interlocutore, è cambiata infatti anche la figura dell'investigatore, le cui competenze specifiche richieste sono sempre più peculiari e hanno dato vita a tutta una serie di specializzazioni che hanno avuto e hanno tutt'ora ricadute molto positive sull'assetto organizzativo degli operanti nel settore. Dimitri Russo, amministratore di Dogma, ci ha raccontato cosa significhi guidare un'agenzia investigativa puntando all'eccellenza e ricercando continuamente nuove frontiere, tanto dal punto di vista geografico quanto degli obiettivi.

Dott. Russo, in un settore in piena evoluzione che presenta criteri sempre più restrittivi per operarvi, come si colloca Dogma?

«Dogma è un'agenzia in continua espansione e, dopo l'apertura della sede di Londra e quella futura di New York, dal respiro internazionale, che mira ad accrescere continuamente il suo raggio d'azione e l'offerta proposta. Ciò è strettamente connesso con l'evoluzione che sta attraversando il nostro settore negli ultimi anni: a una domanda sempre più variegata e articolata, distante ormai dalla visione unica che si aveva del mondo dell'investigazione legato esclusivamente al diritto familiare, deve necessariamente corrispondere un'offerta particolareggiata e figlia di nuove competenze. Essere oggigiorno investigatori in Italia significa essere passati per un'attenta formazione universitaria interdisciplinare, avere accesso a tutta una serie di competenze che consentono di lavorare con innumerevoli settori del terziario avanzato e dell’industria. Chi negli ultimi tempi non si è adeguato al mutare del mercato, è scomparso o è destinato a farlo. Con il decreto ministeriale 269 del 2010, infatti, il legislatore è intervenuto sulle norme del settore investigativo e della security, stimolando una crescita professionale e organizzativa per tutto il settore. Un modello normativo unico nel suo genere e che tutto il mondo ci invidia»

Quali sono i punti di forza di Dogma che le consentono di imporsi sul mercato?

«Senza dubbio la creazione di una Divisione interna di psicologia investigativa rappresenta un unicum a livello mondiale. Grazie all'ideazione di questa struttura, affidata al criminologo e docente universitario Angelo Zappalà, Dogma è assolutamente all'avanguardia per quanto riguarda una molteplicità di interventi per cui è richiesta la consulenza di tale Divisione. In essa è presente la sintesi delle più avanzate tecniche di psicologia investigativa e delle attività tradizionali, grazie alle quali siamo qualificati in campi quali il profilo personologico, l'autopsia psicologica, che permette, attraverso la ricostruzione dello stato mentale di una persona deceduta, di determinare se il decesso possa essere frutto di suicidio, la valutazione della testimonianza, che dà un responso circa l'attendibilità di una testimonianza. Grazie alla Divisione di psicologia investigativa siamo attivi anche in tutta una serie di servizi rivolti alle aziende, dal business profliling, che consente di tradurre in un'analisi attendibile la raccolta di tutte le informazioni relative al profilo psicologico del soggetto su cui si sta indagando, l'intervista investigativa, utilizzata nella fase di indagine aziendale per venire a capo di un determinato problema. Molto richiesta è l'analisi psicologica dei testi scritti volta a individuare l'autore di lettere minatorie anonime»

Oltre alla Divisione di psicologia investigativa, c'è anche una Divisione di intelligence, di cosa si occupa?

«La figura dell'analista di intelligence è oggi indispensabile per offrire informazioni strategiche ai decisori aziendali. L'attività va dall'analisi delle "fonti aperte", la cosiddetta OSINT (Open Source Intelligence), alla FININT (Financial Intelligence) da cui scaturiscono valutazioni di carattere economico, societario e tributario, le cosiddette due diligence, indispensabili in caso di fusioni o acquisizioni societarie».

Un'altra peculiarità della vostra agenzia sta nella capacità di coniugare la tecnologia con le esigenze di mercato

«Una delle novità più importanti e rivoluzionarie adottate da Dogma è quella dell'istituzione di una piattaforma web, accessibile dal nostro sito aziendale, attraverso cui poter attivare, in piena conformità con la legislazione vigente, un mandato con cui è possibile attivare una indagine. Ciò, oltre a rappresentare un notevole vantaggio per i clienti in termini di comodità e tempestività, è possibile grazie all'identificazione digitale e alla firma elettronica avanzata. Non c'è più la stretta necessità di un incontro fisico per stilare le basi del rapporto lavorativo, con questa piattaforma si può accedere a tutti i nostri servizi direttamente da remoto, con un risparmio in termini di denaro derivante dall'annullamento degli spostamenti e in termini "emotivi" perché si viene ad eliminare la componente legata all'impatto emozionale di un cliente che debba spiegare al professionista la propria personale vicenda. Tutte le procedure amministrative vengono espletate dal sistema informatico su un modello mutuato da quello in uso presso istituti bancari o gestori di servizi che permettono di sottoscrivere dei contratti su piattaforme online. Grazie a un'indagine esplorativa effettuata prima di rendere realtà questa nuova piattaforma, siamo certi che l'identificazione digitale certa e la firma elettronica avanzata rappresentino strumenti che garantiscono la piena aderenza alle leggi in vigore, relative alla pubblica sicurezza e al trattamento dei dati riservati. Anche in questo caso siamo stati apripista e siamo l'unica agenzia al mondo che possa offrire questo servizio»

Quali sono le ultime iniziative messe in moto nel processo di internazionalizzazione di Dogma?

«L'ultimo cambiamento in atto che stiamo portando avanti e che verrà a breve posto in essere è la trasformazione di Dogma in una società per azioni. Un'operazione senza dubbio ambiziosa che certifica il nostro processo di crescita e che comporterà naturalmente un incremento del capitale societario con ricadute positive sulla stabilità e sugli interventi atti a migliorare l'azienda. La trasformazione in s.p.a. comporta ovviamente anche una maggiore esposizione in termini di trasparenza e pubblicità in ambito finanziario, in accordo alle norme del diritto commerciale».


di Alessandro Leproux

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002