Domani a Roma la conferenza d'inaugurazione del Museo della Tuscia di Palazzo Doebbing a Sutri

Domani a Roma la conferenza d'inaugurazione del Museo della Tuscia di Palazzo Doebbing a Sutri


Vittorio Sgarbi a colloquio con il Monsignor Rossi

L'effetto Sgarbi inizia a ripercuotersi sulla cittadina di Sutri, comune in provincia di Viterbo di cui il noto critico d'arte è sindaco, anche se sembrerebbe ancora per poco, viste le spiacevoli vicende che l'hanno coinvolto, con protagonisti i suoi oppositori politici evidentemente estranei al contesto di respiro nazionale che il nuovo primo cittadino vorrebbe, o avrebbe voluto, conferire alla città.


Comunque andranno le vicende politiche, l'onorevole Sgarbi ha già dato una impronta destinata a rimanere indelebile nella storia del borgo citato anche da Petrarca durante un suo viaggio verso Roma. È infatti già realtà l'apertura di un museo, presso il Palazzo Doebbing, in piazza del Duomo, dove si terranno mostre ed eventi di promozione culturale. «Palazzo Doebbing, sede vescovile di Sutri, sarà, tra mostre e opere del territorio diocesano, il più bel museo della Tuscia». Queste le parole del promotore della lista Rinascimento, progetto ambizioso per rilanciare uno splendido comune e renderlo centro nevralgico d'arte anche in ambito internazionale. In accordo con la diocesi di Civita Castellana e con il vescovo Monsignor Romano Rossi, nei piani ci sarebbe innanzitutto l'allestimento di una mostra sulle opere sacre del territorio diocesano, ma Sgarbi sarebbe già d'accordo con la sovraintendenza per futuri progetti che rendano Palazzo Doebbing sede espositiva di pregio per la Tuscia e per l'intera Regione Lazio.


Sutri

Prevista per il 4 settembre alle ore 11, presso Palazzo Cipolla in via del Corso a Roma, la conferenza stampa di inaugurazione del Museo della Tuscia. Oltre al sindaco Vittorio Sgarbi, presenzierà all'evento un'altra figura di spicco, l'avvocato, economista, professore universitario, scrittore nonché esponente e discendente di una grande casata di epoca medioevale della Spagna e dell'Italia Meridionale, Emmanuele Francesco Maria Emanuele. Verranno esposti i progetti e le iniziative e fissata la data di inaugurazione, prevista per il 14 settembre, alle ore 11.30, presso il Palazzo Doebbing a Sutri.


Sede fondamentale degli snodi commerciali in epoca antichissima, durante il fiorente regno degli Etruschi nell'alto Lazio, la città di Sutri raggiunse grande popolarità ed espansione in quanto via obbligata per gli accessi alla Via Cassia che portava al centro dell'impero, Roma, durante il dominio romano. Fu in epoca tardo feudale che il borgo conobbe il suo momento di maggior oscurantismo e finì relegato a semplice territorio sotto il dominio ecclesiale, oggetto di scambi tra famiglie facoltose.

Ora con la lista a guida Vittorio Sgarbi una nuova luce potrebbe investire il piccolo centro urbano, che conta circa seimila abitanti e riportarlo allo splendore del passato, restituendogli quel ruolo di punta nella regione che la sua millenaria storia giustifica appieno. Seppur tra qualche ostacolo di barbara natura umana, si può senza dubbio dire che il Rinascimento abbia finalmente toccato anche Sutri.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002