Donna soffocata con un laccio al collo, femminicidio a Verona
  • AF

Donna soffocata con un laccio al collo, femminicidio a Verona

Un omicidio motivato da ragioni sentimentali: è a questa convinzione che è giunta la squadra mobile di Verona in relazione al ritrovamento il 4 giugno scorso del cadavere di una donna con un laccio al collo legato al termosifone. La notizia del decesso, in un appartamento in via Unità d'Italia, nel capoluogo scaligero, non era stata diffusa alla stampa.


Il presunto assassino è stato ora arrestato. Gli investigatori hanno escluso fin da subito l'ipotesi di un suicidio poco credibile alla luce della scena del crimine. Le risultanze delle indagini condotte dalla Squadra mobile e coordinate dal sostituto procuratore Beatrice Zanotti della Procura di Verona, hanno dato conferma all'ipotesi dell'omicidio. I dettagli verranno forniti in conferenza stampa che si svolgerà oggi presso la Questura di Verona.





Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002