• AF

Due cani bruciati vivi a Sondrio, si cercano i colpevoli


La proprietaria, nella giornata di domenica, ha trovato la cuccia di Bobo e Lea totalmente incenerita con i resti dei poveri animali all’interno. Nella notte tra sabato e domenica, ad Albaredo per San Marco, in Valtellina, l’orrido evento.


Parlano di cattiveria gratuita i proprietari dei due cani, che hanno sporto denuncia presso i carabinieri della stazione di Morbegno, contattando anche l’Enpa di Sondrio per diffondere tramite social un fondamentale appello: “Chi sa qualcosa, parli”. Prosegue così la proprietaria: “Chi ha ucciso questi animali per cattiveria gratuita merita disprezzo Il box si trova a circa 200 metri dalla casa più vicina, sopra l’abitato di Albaredo, e a circa 150 dalla strada”, prosegue poi la donna, “sappiamo che intorno alle 2:30 della scorsa notte chi è transitato in zona non ha visto alcun segno dell’incendio, ma alle 5:30 una persona che si trovava nel prato del vicino ha notato il fumo ed i resti di quella che era la casa dei nostri cani”.


Alla base dei primi sospetti, il fatto che i cani, abbaiando, possano aver disturbato oltremodo qualche folle, che dopo aver accumulato i vari litri di combustibile che sono serviti al macabro atto, ha incendiato la cuccia senza lasciare scampo ai due piccoli malcapitati. L’intensità dell’incendio causato ha danneggiato anche le piante da frutto e l’orto circostante.


Alessandro Sticozzi

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002