"El Mencho" è il nuovo boss della droga in Messico, indaga la Dea

"El Mencho" è il nuovo boss della droga in Messico, indaga la Dea



La lotta alla droga sembra non trovare fine nel nuovo mondo, e per ogni criminale arrestato ne spuntano subito di nuovi pronti a rimpiazzare i precedenti. In questo caso si parla di Nemesio Oseguera Cervantes, meglio conosciuto con lo pseudonimo "El Mencho". Il nuovo signore della droga che sta dando non pochi grattacapi alla Drug enforcement agency, Dea, l'antidroga statunitense, e alle autorità messicane. E pensare che solo due anni fa si era riusciti a tirare un sospiro di sollievo con l'arresto di Joaquin Guzman "El Chapo" Loera, ex capo del Cartello di Sinaloa, organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di droga così chiamata dal suo stato messicano natale in cui ha la propria base di commercio. Ma l'incubo ora e tornato, e proviene dalle forze dell'ordine. Cervantes infatti è passato dall'essere un poliziotto a essere un sicario, e al momento è il più ricercato capo dei cartelli della droga sudamericani. Si nota bene anche analizzando la lista nera dei latitanti "most wanted" della Dea, dove il suo nome figura tra gli altri. Paul Craine, funzionario della Dea a capo della squadra che aveva catturato "El Chapo" anni fa, ha affermato che lui è oggi «il nemico pubblico numero uno».


di Alessio La Greca

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002