Festa della Repubblica: Mattarella a Codogno per rendere omaggio alle vittime del coronavirus

Festa della Repubblica: Mattarella a Codogno per rendere omaggio alle vittime del coronavirus


Nel giorno della festa della Repubblica, il capo dello Stato rende omaggio alle vittime del coronavirus a Codogno, la cittadina del Lodigiano dove e' partito uno dei primi focolai dell'epidemia. Mattarella e' arrivato nel palazzo del Comune poco dopo le 11 e ha trovato ad accoglierlo oltre cento persone nella piazza antistante l'edificio e un lungo striscione tricolore che copriva la facciata di una palazzina. In Comune il presidente della Repubblica ha incontrato il governatore lombardo Attilio Fontana, il sindaco di Codogno Francesco Passerini e gli altri primi cittadini dell'ex 'zona rossa' lodigiana, il prefetto di Lodi Marcello Cardona, il vescovo monsignor Maurizio Malvestiti e una rappresentanza dei volontari. Nel suo intervento, durante l'incontro, Mattarella ha sottolineato: "Qui nella casa comunale di Codogno oggi - come poche ore fa a Roma all'Altare della Patria - e' presente l'Italia della solidarieta' , della civilta', del coraggio". Per Fontana "lo spirito di vicinanza e di condivisione deve essere il motore per una ripartenza del Paese, unito con le sue differenze". D'altra parte, ha aggiunto il governatore, "nel buio dei giorni trascorsi non e' mai mancata la solidarieta' e la vicinanza dell'Italia tutta". Il sindaco Passerini ha invece spiegato: "Il 21 febbraio abbiamo istituito la giornata delle vittime Covid e resilienza civile e sarebbe bello se diventasse una data nazionale". Passerini ha parlato poi della "voglia che abbiamo di ripartire, di tornare a riprenderci la nostra vita ed e' uno dei primi momenti in cui pensiamo ad altro rispetto all'incubo che ci ha colpito". Uscendo dall'incontro, Mattarella ha salutato da lontano le persone che lo applaudivano in piazza, e' salito in auto e si e' diretto verso il cimitero di Codogno. Anche qui, ad attenderlo, c'erano centinaia di persone che lo hanno applaudito. Si e' svolta una breve cerimonia, con il presidente della Repubblica che ha deposto una corona di fiori davanti alla targa che commemora le vittime del coronavirus. Mattarella e' poi risalito in auto ed ha lasciato Codogno tra nuovi applausi della gente e urla "bravo presidente".

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002