• AF

Flop dei saldi estivi, negozi vuoti e commercianti delusi


Al via i saldi estivi anche nel Lazio, con il "rompete le righe" ufficiale arrivato sabato 7 luglio 2018, primo giorno di sconti nella Capitale per gli amanti dello shopping e del prezzo più vantaggioso da accaparrarsi. Dalle magliette ai vestiti, dalle calzature fino alle borse e ai costumi: è scattata così la caccia al l'affare con le vendite promozionali di fine stagione che dureranno fino a fine agosto e in alcuni casi proseguiranno anche a settembre, con i commercianti ad attenderle a braccia aperte speranzosi che possano rappresentare un ultimo banco di prova positivo per gli affari finora sottotono, a causa della crisi di consumi e una stagione estiva decollata da poco. Purtroppo però, dalle indicazioni in questi primi giorni, non sembrano proprio partire i super sconti e sono sempre più lontani i bei tempi delle lunghe code prima dell'apertura del negozio preferito per riuscire a portare a casa il pezzo pregiato puntato con largo anticipo e le buste piene di acquisti per tutta la famiglia.


Facendo un giro nelle vie dello shopping del centro che sono state prese d'assalto si, ma soprattutto dalla curiosità dei tanti turisti stranieri a sbirciare le vetrine, si è registrato un inizio decisamente a rilento, salvo qualche rara eccezione negli outlet e nei centri commerciali dove molti romani si sono rinchiusi complice il fresco dell'aria condizionata. Un mezzo flop nonostante questi siano i saldi "più scontati degli ultimi anni", con riduzioni del 30-50% dal prezzo di cartellino per invogliare all'acquisto il cliente e a testimonianza di come i consumatori comprino sempre meno. A non agevolare il primo week-end di saldi romani c'è stato sicuramente anche il bel tempo e una calda giornata di sole, che ha spinto molti ad affollare il mare e le spiagge piuttosto che i negozi aperti. Secondo le stime di Confesercenti ogni persona spenderà mediamente 98 euro in linea con la tendenza degli altri anni, con una spesa media a famiglia di poco meno di 230 euro per un valore complessivo intorno ai tre miliardi e mezzo di euro. Si metterà mano dunque al portafoglio, ma senza esagerare, com'è prassi ormai consolidata e con la speranza dei commercianti che si possa registrare una minima crescita dei consumi nonostante una primavera tiepida dal punto di vista delle vendite e un primo parziale bilancio non positivo.


Samantha Trancanelli

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002