Giornata nazionale contro la pedofilia, il Cismai: con la quarantena registrato rialzo dei casi


"L'istituzione della Giornata nazionale contro la pedofilia, che il nostro Paese ha stabilito nel 2009, e' certamente una iniziativa importante, ma una giornata non basta. Il fenomeno della pedofilia costituisce un reato, tra i piu' odiosi, perpetrato ai danni di bambine, bambini e adolescenti le cui vite restano segnate in modo grave, impedendone una crescita serena e minandone anche il futuro". E' il commento di Gloria Soavi, presidente del Cismai. "Servono piani, approccio di sistema, finanziamenti certi che ci consentano di avere un quadro chiaro sui numeri e ci permettano azioni concrete di prevenzione". Infatti, "molti di questi casi avvengono in contesti familiari dove un intervento precoce puo' evitare il peggio. Il Cismai ha messo a punto le Linee guida sull'Home visiting, gia' nel 2017, secondo quanto declinato dall'Oms: approccio multidisciplinare e coinvolgimento dei presidi socio sanitari e ospedalieri possono aiutare a rilevare segnali precoci di disagio consentendo cosi' di attivare interventi di sostegno preventivo a difficolta' di cura e gestione della genitorialita', che rappresentano fattori di rischio rispetto all'instaurarsi di condotte inadeguate e maltrattanti sulla prole". E per il Cismai "non vanno trascurati i pericoli della rete: adescamenti, pedo pornografia e violenza. L'obbligato isolamento di queste settimane ha fatto registrare un inquietante rialzo dei casi. Il prezioso lavoro della Polizia Postale non e' sufficiente, bisogna educare all'uso corretto di Internet, sensibilizzare le famiglie, coinvolgere la scuola e gli insegnanti. E combattere con ogni mezzo il mercato delle immagini di minori finalizzato, purtroppo, anche alla prostituzione minorile". Secondo Soavi "e' una battaglia di civilta', per vincerla bisogna passare dalle parole ai fatti, e bisogna farlo subito".

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002