Governo: S&P, da nomina no effetti su rating

La nomina del nuovo governo in Italia non dovrebbe avere un effetto immediato sul rating sovrano" del Paese. Lo afferma Standard & Poor's in una nota, spiegando che la prossima settimana il governo dovrebbe ottenere la fiducia dal parlamento senza problemi. Tuttavia l'agenzia di rating sottolinea che "al momento mancano dettagli sul piano economico e di bilancio del governo". Proprio "il piano continuera' ad essere l'elemento fondamentale sul quale si basera' il merito di credito" dell'Italia, afferma.



S&P specifica che finira' sotto la lente l'approccio del governo alle finanze pubbliche, caratterizzate da un debito particolarmente alto, e alle riforme strutturali. "Se il consolidamento di bilancio dovesse vacillare, soprattutto se il nuovo governo abbandonera' il percorso intrapreso sul risanamento dei conti o ribaltare le riforme strutturali fatte, si potrebbe avere un indebolimento delle prospettive economiche con conseguenze negative sul rating", spiega S&P che al momento assegna all'Italia il giudizio BBB con outlook stabile.

0 commenti