Grauso difende Palamara: "Non capisco le ragioni di chi lo accusa. Forse è scomodo per qualcuno"




«Palamara non ha fatto nient’altro che ciò per cui era stato eletto da parte della magistratura. Non capisco la ragione di queste accuse. Anzi, le comprendo. Forse sta scomodo a qualcuno». Nicola Grauso, imprenditore ed editore italiano prende le difese di Luca Palamara. «Il rapporto tra politica e magistratura esisteva prima che scrivesse “Il Sistema”. Non riesco, quindi, a comprendere le ragioni di un accanimento ingiustificato. Lo dice uno che è stato vittima di una certa parte della magistratura. Nell’epoca dei Ds era la normalità. La politica allora mi mandava i messaggi dicendomi che se cambiavo orientamento sarebbero cessati gli attacchi. Tutto questo non deve più verificarsi”.



0 commenti