Il Cda Rai conferma la nomina di Foa, la palla passa alla Commissione di Vigilanza per la rettifica

Il Cda Rai conferma la nomina di Foa, la palla passa alla Commissione di Vigilanza per la rettifica



Il primo effetto della rinsaldata alleanza in seno alla coalizione del centrodestra, frutto del lavoro diplomatico di quattro ore a Palazzo Grazioli tra Berlusconi e Salvini, dovrebbe con ogni probabilità prodursi nella rettifica della nomina a presidente Rai di Marcello Foa.

Un meeting lungo e denso, stando al racconto di chi è rimasto fuori dal palazzo vedendo andare e tornare i leader protagonisti e che si è concluso con una pace rinsaldata e il rilancio del polo moderato.


Se infatti Salvini ha ottenuto garanzie sulla nomina in Rai del suo uomo, d'altro canto Berlusconi e Meloni hanno ottenuto la certezza che alle prossime amministrative il centrodestra correrà unito sotto un'unica bandiera e con un unico candidato per località.


Per quanto concerne il caso Foa, per martedì o massimo mercoledì il presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Alberto Barachini, convocherà una nuova seduta a Palazzo San Macuto per una nuova votazione che, forte dell'appoggio di Forza Italia, dovrebbe rettificare la nomina di Foa, eletto questa mattina per la seconda volta dal Cda dell'azienda pubblica con quattro voti a favore, uno contrario del consigliere Rita Borioni e un astenuto, Riccardo Laganà in rappresentanza dei dipendenti Rai.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002