Incarico all'ex collaboratrice: Maroni condannato a un anno
  • AF

Incarico all'ex collaboratrice: Maroni condannato a un anno



Roberto Maroni è stato condannato a un anno di carcere, con pena sospesa, e 450 euro di multa per gli aiuti alle ex collaboratrici Mara Carluccio e Maria Grazia Paturzo. L'ex governatore della Lombardia era a processo per turbata libertà nella scelta del contraente. I giudici della Quarta sezione penale di Milano sono intervenuti per il contratto "su misura" della Carluccio in Eupolis e hanno assolto Maroni dall'accusa sulle pressioni ai vertici Expo per un viaggio a Tokyo della Paturzo.


"Maroni è ollevato da questa sentenza perché tutti noi ci tenevamo particolarmente alla dichiarazione di innocenza relativa al viaggio a Tokyo", ha sottolineato l'avvocato Domenico Aiello, dopo aver parlato brevemente al telefono con l'ex presidente della Regione Lombardia, assolto "perché il fatto non sussiste" dall'accusa di avere effettuato pressioni illecite su Expo affinché la società spesasse quel viaggio a Tokyo della Paturzo.


Assieme alla condanna a un anno di prigione a Maroni è stata inflitta l'interdizione perpetua dai pubblici uffici per la durata della pena. Una sanzione che comunque diventerebbe esecutiva solo se la condanna passerà in giudicato, quindi solo dopo la pronuncia della Cassazione. Stessa sentenza con interdizione anche per Giacomo Ciriello, all'epoca dei fatti capo della segreteria dell'ex presidente, dieci mesi e venti giorni ad Andrea Gibelli, ex segretario generale della Regione, e sei mesi e 200 euro di multa a Mara Carluccio, l'ex collaboratrice dell'esponente leghista. Le motivazioni del verdetto saranno rese note tra 90 giorni.


"Vengo assolto e condannato allo stesso tempo. Un colpo al cerchio e una alla botte", è stato il commento di Maroni, assolto dal reato di induzione indebita e lo condannato "per una raccomandazione mai fatta". Maroni ha aggiunto: "Sono deluso, ma non mi scoraggio, ribadisco la mia totale estraneità a qualsiasi comportamento illecito e proprio per questo sono certo che in appello verrò completamente assolto". Su Twitter, l'ex governatore ed ex leader della Lega Nord ha scritto: "Dopo 4 anni di processo sono stato condannato per una raccomandazione mai fatta!!! Viva la giustizia giusta".

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002