Incentivi per famiglie e imprese ed ecobonus: la ricetta del governo per rilanciare il paese

Incentivi per famiglie e imprese ed ecobonus: la ricetta del governo per rilanciare il paese


Acquisti di biciclette, spese per i centri estivi, voucher per le vacanze in Italia. Queste alcune delle misure contenute nel decreto in arrivo la prossima settimana per tentare di rilanciare l'economia del paese. Tra le opzioni sul tavolo anche quella di un raddoppio per ecobonus e sismabonus una volta che saranno ripartiti tutti i cantieri, anche per le ristrutturazioni dei privati. E lo sconto, dice il ministro Patuanelli, potrebbe salire fino al 120%. I lavori privilegiati potrebbero essere in particolare quelli sull'isolamento termico degli edifici e sul rinnovo degli impianti di riscaldamento a gasolio dei condomini, che pero' 'trascinerebbero' con se' anche gli altri interventi - come la sostituzione di finestre o caldaie - se eseguiti contestualmente. Il meccanismo va ancora definito nei dettagli e potrebbe applicarsi ai lavori da inizio 2020 fino al 2022. Dovrebbe riguardare anche il sismabonus, che premia gli interventi per migliorare la classe antisismica degli edifici. Per sostenere le spese delle famiglie arriveranno una serie di contributi: chi ha colf o badanti a ore, che magari ha continuato a pagare per non lasciare il lavoratore completamente scoperto, potra' optare per la nuova indennita' che, su apposita domanda all'Inps, consentira' di avere tra i 400 e i 600 euro a chi ha perso in queste settimane almeno il 25% delle ore lavorate. Per chi avesse bisogno della babysitter per poter tornare al lavoro mentre i figli sono ancora a casa da scuola il bonus viene raddoppiato: in tutto diventano 1.200 che si potranno richiedere attraverso il libretto famiglia o anche, la novita', per pagare le spese per i centri estivi. Per le famiglie con redditi fino a 36mila euro oltre al bonus ci sara' anche una nuova detrazione ad hoc fino a 300 euro. Finora sono state circa 94mila le domande per i primi 600 euro di bonus baby sitting, di cui 60.276 bonus erogati sul libretto famiglia con 39.210 famiglie che ne hanno beneficiato, secondo gli ultimi dati Inps al 29 aprile. Sono oltre 242mila invece le domande per il congedo speciale, retribuito al 50%: i 15 giorni gia' previsti diventano 30 e si potranno richiedere fino al 30 settembre. Anche il bonus per partite Iva e autonomi viene confermato per altre due mensilita' e salira' fino a 1000 euro per i piu' danneggiati dalla crisi. Sara' anche ampliata la platea di chi potra' riceverlo: stagionali dei settori diversi dal turismo, lavoratori intermittenti, autonomi senza partita Iva che hanno avuto contratti occasionali, venditori a domicilio. Il bonus, peraltro, sara' compatibile con il reddito di cittadinanza (fino a raggiungere i 600 euro), che a sua volta vedra' un ampliamento della platea potenziale e che si potra' integrare anche con il nuovo reddito di emergenza. Per incentivare la mobilita' alternativa arrivera' anche un 'bonus bici' da 200 euro che si potra' chiedere se si vive in una grande citta' per l'acquisto anche di biciclette a pedalata assistita o dispositivi segway, come hoverboard e monopattini. Per andare in vacanza, e promuovere il turismo in Italia, potrebbe arrivare invece un bonus fino a 500 euro a famiglia: ancora si sta lavorando, pero', alla definizione dello strumento, valutando dove si potra' spendere (ad esempio, anche per l'affitto di una casa vacanze o solo in hotel) e per quali servizi. Si sta valutando anche se distribuirlo sotto forma di voucher digitale, sulla falsariga del sistema 18app, attivo per il bonus cultura per i diciottenni.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002