Infermiera uccisa a coltellate in casa sua ad Avola, ricercato l’ex della figlia

Infermiera uccisa a coltellate in casa sua ad Avola, ricercato l’ex della figlia



Una donna di 47 anni è stata accoltellata a morte ad Avola, in provincia di Siracusa. La donna era un’infermiera nel reparto di oncologia dell’ospedale cittadino, ed è stata ferita a morte in via Savonarola, nelle zone periferiche della cittadina. La vittima si chiamava Loredana Lopiano ed era originaria di Caltanissetta. Secondo le prime ricostruzioni l’omicidio è avvenuto alle 7.30 della mattina, in seguito a un litigio che l’avrebbe vista coinvolta. La polizia sta indagando sul possibile colpevole, e dai primi frammentari elementi si tratterebbe di un diciannovenne che era stato appena lasciato dalla figlia della vittima, con la quale pare avesse pessimi rapporti. Il giovane è ricercato perché alcuni vicini, attirati dalle urla della donna, lo avrebbero visto fuggire da via Savonarola. L’uomo si sarebbe presentato in casa della vittima dopo esser stato lasciato dalla figlia, mentre il marito e la sorella non erano presenti. Sarebbe scoppiato un violento litigio tra i due giovani, e il ragazzo avrebbe accoltellato la mamma che era intervenuta in difesa della figlia. Sul posto sono subito arrivati gli uomini dei carabinieri e del commissariato, che hanno immediatamente avviato le operazioni di indagine. La donna sarebbe stata trasportata in condizioni disperate in ambulanza verso l’ospedale, e sarebbe morta durante il tragitto, rendendo vani i tentativi di soccorso.


Loredana Lopiano era stimata e conosciuta in città perché molto impegnata nel sociale. «Era una persona solare e ben voluta da tutti», i commenti dei colleghi e degli amici che in mattinata si sono recati davanti alla casa dove è stata uccisa. Ha parlato anche il sindaco di Avola Luca Cannata, che ha detto: «Siamo sconvolti. È il giorno delle lacrime e della richiesta di giustizia. Lasciamo che le forze dell’ordine facciano il proprio lavoro portando alla luce fatti e colpevoli di un gesto tanto violento quanto folle».


Di Giacomo Meingati

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002