Innocenti in manette: domani manifestazione a Roma contro ingiusta detenzione

A 35 anni da quel 17 giugno 1983 in cui i carabinieri di Roma misero le manette ai polsi di Enzo Tortora, che poi divenne un simbolo di tutte le vittime degli errori giudiziari, ancora oggi troppi innocenti finiscono in carcere: in media 1000 ogni anno, quasi tre al giorno, oltre 26mila negli ultimi 25 anni.


Lo Stato ha già speso in risarcimenti più di 740 milioni di euro e il conto prosegue al ritmo di 81 mila euro al giorno. Per questo il Partito Radicale ed Errorigiudiziari.com organizzano domani a Roma “Innocenti in manette”, una giornata dedicata alle vittime di ingiusta detenzione ed errori giudiziari in Italia.


Una non stop per dare voce ai protagonisti di storie strazianti: mai fino a oggi erano stati riuniti nello stesso luogo e nella stessa occasione dieci di loro, uomini e donne, di ogni parte d'Italia, accusati dei reati più diversi e tremendi sulla base di prove inesistenti o senza fondamento. Alla giornata prenderanno parte politici come Enrico Costa, Sandra Lonardo e Clemente Mastella, Stefano Parisi, magistrati come Carlo Nordio, avvocati come Francesco Petrelli, esponenti della società civile come Francesca Scopelliti e Ilaria Capua.



0 commenti