L'Egitto invia 1,5 milioni di maschere mediche in Italia a causa della carenza

L'Egitto invia 1,5 milioni di maschere mediche in Italia a causa della carenza



L'Egitto è uno dei tanti Paesi che hanno inviato all'Italia maschere mediche e altre forniture sanitarie per aiutarla ad affrontare la peggiore epidemia di coronavirus del mondo.

L'Egitto ha inviato in Italia 1,5 milioni di maschere mediche per aiutarla ad affrontare la crescente crisi del coronavirus, ha detto il Ministero degli Esteri Italiano, mentre il Paese più colpito al mondo è alle prese con la carenza di dispositivi medici di protezione.

"Il primo milione e mezzo di maschere dall'Egitto è atterrato in Italia", ha detto sabato il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio sulla sua pagina Facebook ufficiale.

Secondo i media locali, l'aereo di Egyptair che trasportava la spedizione è atterrato all'aeroporto di Malpensa, nella città settentrionale di Milano.

Alla consegna dall'Egitto è seguita un'altra spedizione di 40.000 maschere dall'India, ha aggiunto un portavoce di Egyptair contattato da Ahram online non ha fornito ulteriori dettagli.

L'Italia è il Paese più colpito al mondo dalla pandemia del coronavirus. Ad oggi, il Paese Europeo ha registrato più di 53.500 casi e oltre 4.800 morti, superando la Cina - l'epicentro dell'epidemia - come il Paese più colpito dal virus altamente contagioso.

"Medici, infermieri e operatori socio-sanitari soffrono attualmente della mancanza di dispositivi di protezione, soprattutto maschere." Di Maio ha detto, aggiungendo che anche le forze dell'ordine e i soccorritori, il personale militare e gli operai delle fabbriche sono colpiti dalla carenza.


Altri quattro milioni di mascherine e 100 ventilatori polmonari dovevano essere inviati dalla Cina a bordo di due aerei militari italiani Domenica e Lunedì, ha detto il Ministro degli Esteri.

Anche altri paesi come la Russia, il Brasile, l'Ucraina e la Turchia hanno assistito l'Italia con maschere e altre forniture mediche.

In Egitto, i prezzi delle maschere mediche sono saliti vertiginosamente, con alcuni tipi non più reperibili sul mercato a causa dell'aumento dei casi di coronavirus - ora 294.

All'inizio di questo mese, il Ministero del Commercio Egiziano ha vietato per tre mesi l'esportazione di maschere chirurgiche e disinfettanti, nonché di alcool per uso medico, nel tentativo di evitare una potenziale carenza sul mercato locale.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), una persona sana deve indossare una maschera solo se si prende cura di una persona con sospetta infezione da coronavirus.

Le maschere sono efficaci solo se utilizzate con una pulizia frequente delle mani e una conoscenza di come usarle e smaltirle correttamente, dice l'OMS sul suo sito ufficiale.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002