L'occhio del medico estetico: «Ha ragione la Ferrari, la Leotta si è rifatta». Leggete cosa


Diletta Leotta prima e dopo

«Ha ragione Paola Ferrari: Diletta Leotta si è rifatta. È emerso negli ultimi anni, che.a differenza del Botox che può avere un effetto preventivo sulle rughe frontali e perioculari, il filler di acido ialuronico alle labbra, se iniziato troppo presto, può dare una quota di fibrosi, cioè di indurimento della pelle, irreversibile. Perciò se iniziato troppo presto, già dai 20 anni, può essere controproducente. E sicuramente è diseducativo per le adolescenti, che vedono questi come modelli da seguire». Ci siamo rivolti a un medico, specialista in Dermatologia ed esperto di Medicina Estetica con una lunga esperienza negli Stati Uniti, per fare luce sulla polemica tra la giornalista sportiva Paola Ferrari e la conduttrice Diletta Leotta. La Ferrari ha detto di lei: «La Leotta? Ho sempre pensato che bisognava imparare ad accettarsi e quindi trovo diseducativo che una ragazza decida di rifarsi il seno e il lato B. Forse senza quel ritocco ci avrebbe messo più tempo ad arrivare al successo, chissà...». Dichiarazioni che hanno mandato su tutte le furie la Leotta, che ha replicato a Striscia la Notizia, di fronte a un bel tapiro: «Non seguo molto Paola Ferrari, sono contenta perché lei mi segue tano invece e parla spesso di me. Mi fa piacere». E ovviamente ha smentito che abbia usato il bisturi. Ma il nostro esperto, che si occupa proprio di ritocchi e botulino, non è d'accordo, guardando le foto di una Diletta ragazzina con quelle di oggi. «La Leotta ha sicuramente fatto una rinoplastica con rimodulazione delle cartilagini, perché il naso era più aquilino. E poi quello che fa periodicamente ogni quattro mesi sono dei filerei acido ialuronico alle labbra, perché è aumentato di gran lunga più del doppio il volume rispetto a prima, e il Botox, perché anche le rughe perioculari e frontali sono spianate. Anche il seno sembra essere stato interessato da una mastoplastica additiva, cioè con l'applicazione di protesi. Mentre sui glutei non credo sia intervenuta chirurgicamente, ma sia ricorsa alla pratica che si usa adesso e che consiste in iniezioni di acido ialuronico ad alta densità, kross-lincati, che ti danno un sostegno e rialzano un po' tutto il grasso sottocutaneo, tutto il gluteo. Difficilmente oggi si mettono le protesi ai glutei». Insomma la Leotta dice che lei e il bisturi non si sono mai incontrate, ma le foto e l'occhio dello specialista dice altro.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002