La Commissione Pari Opportunità di Roma Capitale fa appello alla Rai contro Cally a Sanremo



«Non possiamo tacere di fronte alla sottocultura imperante che veicola messaggi di una insopportabile violenza verbale e icononica. Ieri mattina la commissione pari opportunità che presiedo si è pronunciata contro la partecipazione al Festival di Sanremo 2020 di un giovane noto per eseguire brani altamente offensivi accompagnati da immagini altrettanto violente. La Commissione Pari Opportunità di Roma Capitale, visto il contenuto delle canzoni di Junior Cally e relativi video inneggianti alla cultura di accettazione della violenza di genere che banalizza comportamenti lesivi della dignità della donna e diffonde ed esalta come modello di condotta l'immagine del bullo e del violento, fa appello alla funzione pubblica a cui è tenuta la RAI e chiede a questa Spett.le Commissione che venga stigmatizzato il rilievo dato a Junior Cally da parte della direzione artistica del Festival di Sanremo 2020, che già nella conferenza stampa dedicata Festival si era distinta per esternazioni discriminatorie nei confronti delle donne.

Tali scelte ed esternazioni si pongono in evidente contrasto con il contratto di servizio della Rai, che prevede sia il superamento degli stereotipi di genere e il rispetto dell'immagine e della dignità della donna, sia la promozione delle pari opportunità, del rispetto della persona, della convivenza civile e del contrasto a ogni forma di violenza.

In questo contesto, il tentativo ottenere tramite una evidente provocazione quella visibilità che altrimenti si teme di non raggiungere, va oltre il lecito e impone una presa di posizione senza alibi di sorta sia alla RAI come struttura pubblica, sia a questa Spett.le Commissione come Organo di vigilanza, affinché , con adeguati provvedimenti nei confronti dei responsabili della direzione artistica del Festival di Sanremo 2020, venga assicurato il rispetto per tutti i cittadini. Non ritenendo che la promozione di testi e immagini che veicolano violenze verbali e fisiche possano essere accettate con supina acquiescienza, confidiamo nel più opportuno e rapido intervento di questa Spett.le Commissione.

Distinti saluti».

Così scrive il presidente della Commissione Gemma Guerrini.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002