La Croazia distrugge Messi, Argentina quasi fuori dal Mondiale
  • AF

La Croazia distrugge Messi, Argentina quasi fuori dal Mondiale


Messi è quasi eliminato dal Mondiale. Questo l'assunto principale derivato da Argentina-Croazia, Big Match tra le gare di ieri nel Mondiale di Russia 2018. La vittoria, netta ed inequivocabile dei croati nel match delle 20:00 (0-3) provoca l'ennesimo scossone all'interno di una kermesse iridata piena di sorprese e stravolgimenti di valori.


Il tango argentino, già latitante contro l'Islanda, non si vede praticamente mai contro Modric e compagni, bravi nel condurre le danze sin dai primi minuti, mostrando più tecnica e più ardore individuale e collettivo rispetto ad un Albiceleste spenta, così come quello che sarebbe dovuto essere il suo faro, Lionel Messi. Il talento della Pulce è completamente nascosto ed inaridito sia da uno status mentale delicatissimo, sia dalla pochezza dei compagni di squadra, con Caballero (portiere disastroso ieri) che è il manifesto stesso di una spedizione per ora maledetta. Se non bastasse, in Argentina si parla già di esonero preventivo per Jorge Sampaoli, commissario tecnico mai amato e che sicuramente non ha colto il massimo da un gruppo comunque al di sotto delle aspettative generali.


I sudamericani hanno bisogno ora di sperare dapprima che l'Islanda non batta la Nigeria quest'oggi, per poi sognare una vittoria contro gli africani all'ultima con contemporanea non vittoria dell'Islanda sulla Croazia. Incroci possibili ma il destino pare segnato a prescidere dalla qualificazione agli Ottavi di Finale o meno. Di Rebic, Modric e Rakitic le reti che mandano in paradiso i balcanici ed all'inferno gli argentini.


Negli altri due incontri della giornata, Danimarca-Australia termina 1-1, con un pari inutile per le speranze qualificazione di entrambe, mentre la Francia di Mbappè coglie ancora una vittoria di misura (1-0, gol dell'asso del PSG) contro il Perù, che lungamente ha impaurito Areola nel finale, sfiorando un pari che avrebbe avuto del clamoroso.


Nelle gare di oggi, oltre alla sopracitata Nigeria-Islanda (ore 17:00), anche Brasile-Costarica (14:00) e Serbia-Svizzera (ore 20:00).


Alessandro Sticozzi

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002