La Croce del Nord: La RAI naviga a vista, tra stop anticipati e ascolti al tramonto

La Croce del Nord: La RAI naviga a vista, tra stop anticipati e ascolti al tramonto



I cannoni di Navarone Salini e Foa piazzati a Viale Mazzini fino adesso sono riusciti ad affondare, a fuoco alterno, tutti gli ascolti in quasi tutti i palinsesti Rai. Ci voleva una crisi di Governo in piena regola per risollevarli, almeno ieri pomeriggio, in pieno agosto. Ma al calar della sera il Tg1 tramonta come il sole. Con una buona “presa diretta” e senza interruzioni degli interventi parlamentari di governo Rai1 ha ottenuto quasi il 22% di share ma - fa notare il parlamentare Pd Michele Anzaldi – “la decisione di interrompere anticipatamente la diretta dal Senato alle 19.40 per un breve e incomprensibile intermezzo de 'La vita in diretta estate'”, ha affossato proprio il Tg della rete ammiraglia. Una parabola discendente che prende forma per effetto della sua causa di forza maggiore: scelte e gestione dell’azienda davvero di difficile comprensione. Una vera e propria debacle della quale ancora una volta approfitta la concorrenza, come la chiusura anticipata di 'Grand Tour'. Chi è incudine le prende, chi è martello le dà e va da se che se la direttrice di Rai1 Teresa De Santis ha voluto la Cuccarini, che non ha mai nascosto la sua simpatia per il ministro Salvini, si capisce bene tutto il meccanismo di esterni ed amici catapultati che va da se fino a che si incrina l'incudine e saltano le regole. Si dice che bisogna battere il ferro finché è caldo ma tra il martello e l’incudine ci sono cittadini e telespettatori. La direttrice De Santis non ha perso tempo e ha deciso di affidare a Lorella Cuccarini anche la conduzione di una fascia strategica come il pomeriggio con 'La vita in diretta' 2019/20. La Cuccarini è già partita in attacco contro Barba D’Urso: “Non inseguiremo quel tipo di televisione, avremo il nostro stile”. “Io speriamo che me la cavo” è il nostro augurio non la vorremmo vedere subito in panchina come con Grand Tour che terminerà il 23 agosto e non il 30 come previsto. Ma d’altronde la miglior difesa è l’attacco. Chi dovrebbe interrogarsi sull’opportunità di rivedere alcune scelte, è invece l’azienda, ma si preferisce ignorare questi reiterati segnali sfavorevoli e andare avanti indifferenti seguitando a galleggiare su scelte erronee e penalizzanti anche dal punto di vista economico per la Rai. Intanto dal prossimo anno ‘La Prova Del Cuoco’ avrà un nuovo co-conduttore: Zen. ll barboncino della Isoardi confermata alla conduzione del cooking show di Rai1 per un nuovo angolo che sarà dedicato agli amici a quattro zampe e alla loro alimentazione. “Tanti momenti dedicati sono diventati più facili da superare in sua compagnia – ha dichiarato la Isoardi - Pensando a lui, penso a me stessa e ci prendiamo cura l’uno dell’altra”. Almeno c’è chi trova conforto nei migliori amici dell’uomo e non nella Transverberazione di Salvni che ha portato in tour dalla Papeete al Senato i suoi santini e rosari. Come la si pensi la laicità dello Stato conta ancora molto ed è una garanzia per tanti ma sappiamo bene che il ministro degli Interni più che sulla religione fa leva sul folclore di una certa simbologia. Lo dovrebbero sapere anche in Rai e proprio per questo i conduttori Tg dovrebbero limitarne l’uso ornamentale. Non vogliamo né possiamo insegnare a nessuno come si prega ma svilire certi riferimenti a meri orpelli merita l’interesse sull’argomento della Commissione di Vigilanza RAI come chiede gran parte del Pd. Perchè a questo modo di fare mettiamoci una croce Sì, ma grammaticale, sopra..I cannoni di Navarone Salini e Foa piazzati a Viale Mazzini fino adesso sono riusciti ad affondare, a fuoco alterno, tutti gli ascolti in quasi tutti i palinsesti Rai. Ci voleva una crisi di Governo in piena regola per risollevarli, almeno ieri pomeriggio, in pieno agosto. Ma al calar della sera il Tg1 tramonta come il sole. Con una buona “presa diretta” e senza interruzioni degli interventi parlamentari di governo Rai1 ha ottenuto quasi il 22% di share ma - fa notare il parlamentare Pd Michele Anzaldi – “la decisione di interrompere anticipatamente la diretta dal Senato alle 19.40 per un breve e incomprensibile intermezzo de 'La vita in diretta estate'”, ha affossato proprio il Tg della rete ammiraglia. Una parabola discendente che prende forma per effetto della sua causa di forza maggiore: scelte e gestione dell’azienda davvero di difficile comprensione. Una vera e propria debacle della quale ancora una volta approfitta la concorrenza, come la chiusura anticipata di 'Grand Tour'. Chi è incudine le prende, chi è martello le dà e va da se che se la direttrice di Rai1 Teresa De Santis ha voluto la Cuccarini, che non ha mai nascosto la sua simpatia per il ministro Salvini, si capisce bene tutto il meccanismo di esterni ed amici catapultati che va da se fino a che si incrina l'incudine e saltano le regole. Si dice che bisogna battere il ferro finché è caldo ma tra il martello e l’incudine ci sono cittadini e telespettatori. La direttrice De Santis non ha perso tempo e ha deciso di affidare a Lorella Cuccarini anche la conduzione di una fascia strategica come il pomeriggio con 'La vita in diretta' 2019/20. La Cuccarini è già partita in attacco contro Barba D’Urso: “Non inseguiremo quel tipo di televisione, avremo il nostro stile”. “Io speriamo che me la cavo” è il nostro augurio non la vorremmo vedere subito in panchina come con Grand Tour che terminerà il 23 agosto e non il 30 come previsto. Ma d’altronde la miglior difesa è l’attacco. Chi dovrebbe interrogarsi sull’opportunità di rivedere alcune scelte, è invece l’azienda, ma si preferisce ignorare questi reiterati segnali sfavorevoli e andare avanti indifferenti seguitando a galleggiare su scelte erronee e penalizzanti anche dal punto di vista economico per la Rai. Intanto dal prossimo anno ‘La Prova Del Cuoco’ avrà un nuovo co-conduttore: Zen. ll barboncino della Isoardi confermata alla conduzione del cooking show di Rai1 per un nuovo angolo che sarà dedicato agli amici a quattro zampe e alla loro alimentazione. “Tanti momenti dedicati sono diventati più facili da superare in sua compagnia – ha dichiarato la Isoardi - Pensando a lui, penso a me stessa e ci prendiamo cura l’uno dell’altra”. Almeno c’è chi trova conforto nei migliori amici dell’uomo e non nella Transverberazione di Salvni che ha portato in tour dalla Papeete al Senato i suoi santini e rosari. Come la si pensi la laicità dello Stato conta ancora molto ed è una garanzia per tanti ma sappiamo bene che il ministro degli Interni più che sulla religione fa leva sul folclore di una certa simbologia. Lo dovrebbero sapere anche in Rai e proprio per questo i conduttori Tg dovrebbero limitarne l’uso ornamentale. Non vogliamo né possiamo insegnare a nessuno come si prega ma svilire certi riferimenti a meri orpelli merita l’interesse sull’argomento della Commissione di Vigilanza RAI come chiede gran parte del Pd. Perchè a questo modo di fare mettiamoci una croce Sì, ma grammaticale, sopra..


Alberto Milani

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002