Il marchio Volkswagen accelera la trasformazione

Il marchio Volkswagen accelera la trasformazione



La Volkswagen accelererà il ritmo della sua trasformazione a seguito di un consistente anno fiscale 2018. Quest’anno, la Marcacompirà importanti passi avanti per rafforzare la competitività su basi durature. Tra di essi, l’inizio dell’offensiva elettrica, interventi volti all’efficienza nella produzione e ulteriori progressi in produttività e margini. Allo stesso tempo, la Volkswagen sta avviando un programma di incremento degli utili che ha l’obiettivo di raggiungereun contributo duraturo di 5,9 miliardi di Euro dal 2023. Le misure includono ridurre la complessità e ottimizzare i costi materiali.

Il programma inizierà gradualmente a dare risultati dal 2019 al 2022.Inoltre, efficienze nell’amministrazione saranno ottenute grazie a unmaggiore impegno nella digitalizzazione dei processi.


Ralf Brandstätter, Chief Operating Officer della marca Volkswagen, hadichiarato: “Abbiamo già raggiunto ottimi risultati con il Patto per il Futuro.Tuttavia, c’è ancora molto altro da fare se vogliamo affrontare le sfide checi si prospettano oltre il 2020. Accelereremo significativamente latrasformazione per rendere la Volkswagen pronta per l’era digitale edelettrica. La Volkswagen diventerà più efficiente e agile, un datore di lavoropiù moderno e attrattivo, in particolare nell’amministrazione. È già stato avviato un dialogo costruttivo con il Consiglio di Fabbrica sui piani perimplementare la digitalizzazione nelle aree amministrative”.


2019, un anno chiave: al centro i temi del futuro.

Quest’anno sarà fondamentale per la trasformazione della Marca. Gli investimenti sui temi del futuro saranno intensificati da qui al 2023, per un totale di 19 miliardi di Euro. Si tratta di 8 miliardi di Euro in più rispetto a quanto pianificato in origine per il periodo 2019-2023.

L’obiettivo è intraprendere questi investimenti utilizzando le risorse stesse della Marca, al fine di mitigare i crescenti costi legati alle stringenti normative su CO2 ed emissioni. Ciò richiede un incremento duraturo negliutili pari a 5,9 miliardi di Euro l’anno dal 2023. A tal fine, la marca Volkswagen sta riducendo i costi materiali e il numero di versioni dei suoi modelli. Inoltre, la produttività degli stabilimenti crescerà del 5% l’anno.Sono inoltre programmati progressi negli utili e nei margini delle vendite.

“Le misure del programma di incremento degli utili permetteranno alla nostra Marca di raggiungere un competitivo livello di redditività del 6% nel 2022. Questo miglioramento è la base per finanziare le necessarie spese anticipate per la nostra trasformazione e per dare forza alle nostreambizioni strategiche nell’era elettrica”, ha spiegato Arno Antlitz, Membro del Consiglio d’Amministrazione della marca Volkswagen per il Controllo di Gestione e la Contabilità.

Le spese generali e quelle del personale nell’amministrazione sarannoridotte del 15% ciascuna. L’attenzione è sempre più diretta alla trasformazione digitale, con l’obiettivo di formare i lavoratori a un ambiente di lavoro digitale. La Volkswagen investirà 4,6 miliardi di Euro in sistemi informatici per digitalizzare i processi amministrativi.

La Marca stima che l’automazione di funzioni rutinarie comporterà tra5.000 e 7.000 posti di lavoro in meno entro il 2023. Verranno assorbiti tramite la mancata sostituzione di coloro che lasceranno l’Azienda perandare in pensione. Sono circa 11.000 i lavoratori potenzialmente idonei ad accedere alle prossime tre finestre di pensionamento parzialmente anticipato. Ciò permette di riorganizzare rispettando la curva demografica. Allo stesso tempo, circa 2.000 nuovi posti di lavoro verranno creati nelloSviluppo Tecnico, legato all’architettura elettronica e al software.

La Volkswagen ha garantito contro ogni misura l’occupazione alla sua forza lavoro almeno fino al 2025.


La Marca sta facendo progressi significativi nella sua trasformazione verso la mobilità elettrica. Nei prossimi 10 anni, la Volkswagen costruirà oltre 10 milioni di veicoli elettrici basati sulla piattaforma modulare elettrica MEB. Il primo modello sarà la ID., che verrà presentata al Salone di Francoforte. I Clienti potranno prenotare l’edizione di lancio della ID. dalprossimo 8 maggio. “Visto l’interesse per la gamma ID. mostrato dallenostre Concessionarie, credo che la versione di lancio della ID. sarà giàesaurita prima della presentazione ufficiale a settembre”, ha dichiarato ilResponsabile delle Vendite Jürgen Stackmann.


Previsioni 2019: obiettivo crescita profittevole

Per l’anno fiscale corrente, la Marca punta a un utile operativo compreso tra il 4 e il 5%. Nonostante le stagnanti prospettive economiche nei mercati principali, è attesa un’ulteriore crescita fino al 5% nei ricavi delle vendite. Si attendono consegne in linea con quelle dell’anno precedente, con unaprogressione positiva nel corso dell’anno.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002