La nuova epoca delle assicurazioni.

Antonio Sacco Chief Executive Sacco Assicurazioni: "Vogliamo aiutare i nostri clienti a raggiungere i propri obbiettivi assicurandosi un futuro più sereno”




Ci racconti la sua storia, come è approdato al mondo assicurativo e qualche dettaglio personale sui suoi hobby ed interessi extraprofessionali?


Sono entrato nel mondo assicurativo nel lontano 1984, quando le assicurazioni le proponevano solo gli assicuratori, e da subito mi sono reso conto che era il mio lavoro, il contatto quotidiano con le persone, la possibilità di potersi confrontare con tutti,

professionisti ,imprenditori , dipendenti, casalinghe ecc, poter ascoltare le diverse problematiche di ognuno e riuscire con la mia consulenza e capacità a dare una certa tranquillità con una giusta copertura assicurativa, questa è la grande soddisfazione. La passione per gli sport in genere, il Bologna nel cuore, la lettura.


Crede che l’Assicuratore abbia anche un ruolo sociale?


L’assicuratore occupa un ruolo importantissimo, ma poco capito nel sociale, le sue competenze possono aiutare tutti nella pianificazione e distribuzione dei rischi che il quotidiano ci mette di fronte, permettendoci di non essere impreparati di fronte alle varie avversità.


Come si sono evoluti i “Rischi della Famiglia”?


La famiglia di oggi si è evoluta come il resto del mondo, si praticano tantissime attività che prima non facevano parte del quotidiano, è esposta a tantissimi rischi, e soprattutto si è sempre più pressati da tantissime situazioni che spesso possono arrecare anche problemi molto seri e imprevedibili, per questo bisognerebbe pianificare con attenzione tutte le situazioni dei vari componenti della famiglia e attivare la giusta protezione.

Come scegliere i rischi da assicurare se non possiamo assicurarli tutti. In che modo un


Assicuratore puo’ aiutare le persone a definire le corrette priorità?


La stabilità e la sicurezza della persona/famiglia/azienda e andando ad eliminare quei rischi che anche se fastidiosi non comprometterebbero la stabilità e la sicurezza, in questo modo si possono investire le risorse su quei rischi che potremmo definire catastrofici.

Quanto la comunicazione in ambito assicurativo puo’ avere un ruolo chiave ed incidere sulle scelte del consumatore italiano.

La comunicazione dovrebbe essere improntata su vere necessità che non sempre, anzi quasi mai, sono quelle relative al solo risparmio sistematico ottenuto su piattaforme anonime senza anima che parlano solo di risparmio economico ma non entrano mai nello specifico di quello che si acquista, se l’assicurato non è perfettamente a conoscenza di quello che acquista e soprattutto non acquista quello che effettivamente gli serve, anche solo un euro sono soldi male investiti.


Ritiene che gli Italiani siano sottoassicurati?


Siamo sicuramente uno dei paesi meno assicurati del mondo, non abbiamo la cultura anglosassone dove fin dalla nascita la figura dell’assicuratore viene vista come quella di un consulente a cui ci si rivolge più spesso e che ti aiuta fin da bambino a creare , mantenere e costruire il tuo percorso futuro, aiutando a distribuire i rischi su più persone , questo eviterebbe anche allo Stato stesso costi inutili e spesso mancanza di aiuto alle persone che subiscono un evento disastroso, vedi terremoto.


Novità nell’imminente futuro della Sacco Assicurazioni?


La prima in assoluto, sarà il cambiamento della struttura organizzativa con inserimento di professionisti che abbiano specifiche specializzazioni nei vari settori che andremo a mettere a disposizione dei nostri clienti, implementeremo i servizi le consulenze e l’informazione ma soprattutto cambieremo il modo di proporre assicurazioni. Partiremo dall’analisi della persona/famiglia/azienda acquisendo tutte le informazioni necessarie per creare il corretto percorso per tutelarsi e creare risorse alle persone, non vogliamo che la sicurezza passi solo dal portafoglio.

Poi cambieremo la sede, spostandoci in una posizione facilmente raggiungile e comoda a tutti, con spazi importanti per permettere ai professionisti di prestare il loro servizio in modo efficace e preciso. Più servizi, più consulenza, più informazione, più contatto diretto con i nostri clienti. Vogliamo aiutare i nostri clienti a raggiungere i propri obbiettivi assicurandosi un futuro più sereno.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002