La Procura di San Paolo impugna la candidatura di Luis Lula

La Procura di San Paolo impugna la candidatura di Luis Lula




A San Paolo del Brasile, la Procuratrice generale del Brasile, Raquel Dodge, si è schierata contro Luis Inacio Lula da Silva in maniera ufficiale, avendo presentato una richiesta di impugnazione della candidatura di Lula al riguardo delle elezioni presidenziali che si terranno nel Paese il prossimo 7 ottobre. L’opposizione formale è stata inoltrata al Tribunale supremo elettorale, subito dopo la sua iscrizione formale nel registro.


Dodge ha giustificato la sua richiesta in base alla cosiddetta "legge della scheda pulita", che dispone che una persona condannata in seconda istanza da un tribunale collegiale non possa più candidarsi a qualsiasi altra tornata elettorale, ed ha allegato alla sua richiesta la sentenza con la quale il Tribunale regionale di seconda istanza di Porto Alegre, aveva confermato la condanna di Lula a dodici anni di carcere sia per corruzione che per riciclaggio.


Inoltre la richiesta della Procuratrice non è stata l'unica ad essere arrivata al Tribunale supremo elettorale poco dopo la registrazione ufficiale della candidatura di Lula, in quanto anche il leader del Movimento Brasile Libero, l’ultraliberale Kim Kataguiri, seguito a ruota dall'ex attore porno Alexandre Frota, hanno presentato analoghi ricorsi equivalenti all'autorità elettorale brasiliana.


Si prospetta dunque una guerra senza esclusione di colpi tra i partiti in gioco nel paese latinoamericano, vista l’importanza primaria della posta in gioco: il governo del Brasile e delle sue cospicue ricchezze.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002